Cerca

Giostraio scomparso si teme il peggio a Trani

Giostraio scomparso si teme il peggio a Trani
di ANTONELLO NORSCIA

TRANI - Si batterà il territorio con uomini, mezzi, e unità cinofile. E si alzerà in volo anche un elicottero per cercare il 43enne tranese Saverio Marcone, di cui non si hanno più notizie da venerdì scorso. Da ieri, dunque, è stata avviata a tutti i livelli la cosiddetta procedura per la ricerca di persone scomparse. E sempre ieri l’informativa dei Carabinieri, cui i familiari il 19 Giugno hanno denunciato la scomparsa, è confluita in un fascicolo della Procura della Repubblica di Trani. Senza formali ipotesi ma che, di fatto, spazia dall’ipotesi di allontanamento volontario a quella più drammatica di omicidio volontario, non escludendosi a tal riguardo (sempre per prudenza investigativa e per non lasciar nulla d’intentato) nemmeno l’inquietate ipotesi di lupara bianca. Perciò, alle ricerche del giostraio tranese, noto agli inquirenti per passate vicende legate allo spaccio di droga, si infittisce la serie d’interrogatori per capire se ci fosse qualcuno che avrebbe voluto il male di Marcone, il quale, ultimamente, non aveva fatto parlare di sé le cronache.Le ultime immagini del 43enne che gestiva una giostrina sono quelle riprese dalla videocamera di un esercizio commerciale mentre si allontana dalla sua auto, una Lancia «Y» vecchio modello, posteggiata e lasciata aperta in via Falcone.

Secondo quanto emerge, i familiari dell’uomo non avrebbero rappresentato vicende a cui possano ricollegarsi vendette, né desideri di fuga. Ma i Carabinieri, coordinati dal neo sostituto procuratore della Repubblica di Trani Giovanni Lucio Vaira, vanno comunque oltre, non escludendo che Marcone negli ultimi tempi possa essersi cacciato in qualche brutto giro (non necessariamente quello della droga) o aver pestato i piedi a qualche malavitoso di spessore.

Ora che a Trani, per diversi episodi, si avverte la recrudescenza della malavita. E così da un lato si cerca la persona (sperando di non cercare il corpo) e dall’altro si indaga sui recenti trascorsi di Marcone: disposta l’acquisizione dei tabulati telefonici per risalire ai suoi ultimi contatti.

E nella procedura per la ricerca degli scomparsi rientra pure la verifica del segnale del cellulare per capire la zona approssimativa dove possa trovarsi.

Allo stato, dagli inquirenti non trapela se il telefonino sia attivo. Anche questo accertamento rientra nel protocollo del piano di ricerca delle persone scomparse.

Al pari della segnalazione a livello nazionale in stazioni, porti, aeroporti ed autostrade. Sempre che Marcone si sia allontanato da Trani. Ipotesi che, secondo qualche inquirente, sarebbe possibile ma abbastanza improbabile. A tal fine si stanno acquisendo ulteriori immagini di videocamere, soprattutto della periferia sud di Trani, per dar un seguito a quelle che venerdì l’hanno immortalato in via Falcone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400