Cerca

Bisceglie, devasta la stanza del sindaco: «Dammi un lavoro»

Bisceglie, devasta la stanza del sindaco: «Dammi un lavoro»
BISCEGLIE - Dovrà rispondere di minacce e danneggiamento aggravato un 35enne con precedenti penali di Bisceglie, arrestato dai carabinieri per avere scaraventato un vaso contro alcune vetrate nel palazzo di città e avere danneggiato telefoni e suppellettili della stanza antistante il gabinetto del sindaco.
Proprio al primo cittadino, Francesco Spina, che è anche presidente della provincia di Barletta Andria Trani, l’uomo, Sergio Colangelo, con precedenti per reati contro la persona, violazione di misure restrittive a cui in passato era sottoposto, aveva rivolto le sue minacce. Non avendolo trovato in Comune, Colangelo ha cercato il sindaco negli uffici del comando di polizia municipale, dove ha chiaramente urlato di volergli fare del male se non gli avesse dato un lavoro, se non fosse stato assunto come lavoratore socialmente utile. Al comando due agenti lo hanno bloccato in attesa che sul posto giungessero i carabinieri che lo hanno arrestato. Una settimana fa, riferiscono i militari, l’uomo era stato denunciato sempre per minacce e per il medesimo motivo: la pretesa di essere assunto dal Comune.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400