Cerca

Quando è lei a perseguitare lui Arrestata stalker

Quando è lei a perseguitare lui Arrestata stalker
SAN FERDINANDO DI PUGLIA (BARLETTA ANDRIA TRANI) – Per due anni ha perseguitato con telefonate, sms e continue minacce l’uomo con il quale aveva avuto una breve relazione sentimentale. In quattro mesi ha inviato 15mila sms e fatto 13mila telefonate per costringerlo a riprendere il rapporto interrotto, inventandosi anche l’esistenza di un figlio che sarebbe nato dalla relazione extraconiugale ma in realtà mai esistito. Sono i motivi per i quali una donna di 46 anni di San Ferdinando di Puglia è stata arrestata dagli agenti del commissariato di Cerignola (Foggia) su ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del tribunale di Foggia, che ha disposto gli arresti domiciliari.

La donna è accusata di atti persecutori e sequestro di persona. Quest’ultima accusa è in relazione ad una minaccia, poi rivelatasi infondata, di suicidio da parte della donna, che così aveva costretto l’uomo a recarsi nella sua abitazione, impedendogli di uscire dopo aver chiuso la porta e nascondendo la chiave negli indumenti intimi. L’uomo era stato poi 'salvato' da un amico, anche lui poi oggetto di minacce da parte della donna.

Dalle indagini è emerso che la donna ha compiuto appostamenti nei confronti dell’ex amante ed ha cercato di screditarlo presso parenti e amici contattando direttamente anche la moglie e il datore di lavoro. La preoccupazione nell’uomo è aumentata, poi, quando è stata incendiata l’auto della moglie, pur non essendo stato individuato l’autore del gesto. Nel corso della perquisizione in casa della stalker, i poliziotti hanno sequestrato materiale, tra cui tutte le sim utilizzate dalla donna per telefonare e inviare gli sms all’ex amante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400