Lunedì 23 Luglio 2018 | 07:22

l'autopsia

Bracciante morta nei campi
«Aveva problemi di cuore»

Procura Trani

TRANI - La sua cardiopatia fu la causa della morte della 49enne bracciante agricola di San Giorgio Jonico (Taranto), Paola Clemente, avvenuta nelle campagne di Andria, mentre era al lavoro, il 3 luglio dell’anno scorso. E’ questo l'esito dell’autopsia e degli esami tossicologici, eseguiti rispettivamente dal medico legale Alessandro Dell’Erba e dal tossicologo Roberto Gagliano Candela. «Sindrome coronarica acuta - questo l’esito, si legge - in paziente affetta da riferita ipertensione (in trattamento) e da riferita familiarità per cardiopatia».

L’indagine sulla morte della donna è partita un mese dopo il suo decesso, ad agosto 2015, dopo la denuncia dei familiari. Il marito di Paola Clemente riferì, anche pubblicamente e ai giornalisti, delle dure condizioni di lavoro delle braccianti, assunte da agenzie interinali per conto delle aziende, del misero guadagno, pochi euro l’ora, per molte ore di lavoro al giorno.

Il pm inquirente della procura di Trani, Alessandro Pesce, iscrisse nel registro degli indagati, per omicidio colposo e omesso controllo, sette persone: il proprietario del bus su cui la donna viaggiò per raggiungere le campagne andriesi, Ciro Grassi, l’autista, Salvatore Filippo Zurlo, il titolare dell’azienda «Ortofrutta Meridionale» di Corato, Luigi Terrone, che aveva ingaggiato le operaie stagionali, il direttore della Infogroup, di Noicattaro, Pietro Bello, alla guida dell’agenzia che aveva mandato la donna a lavorare in quei campi, oltre a Gianpietro Marinaro, il ragioniere dell’agenzia, e le sorelle Maria Lucia e Giovanna Marinaro rispettivamente moglie di Grassi e responsabile delle donne in campagna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Andria, mutilato il CrocifissoL'ira del vescovo: fatto grave

Andria, mutilato il Crocifisso
L'ira del vescovo: fatto grave

 
Casa occupata abusivamente anziano «sfrattato» da un mese

Casa occupata abusivamente
anziano «sfrattato» da un mese

 
Andria, versa benzina  su assistente sociale fermata una donna

I revisori dei conti
diffidano il Comune

 
Anziano ucciso a coltellate in casa a Barletta. Il figlio portato in caserma

Barletta, anziano ucciso a coltellate in casa: arrestato il figlio 45enne

 
Parcheggiatori abusivi tra illegalità e minacce

Parcheggiatori abusivi
tra illegalità e minacce

 
Spara a ex datore lavoroarrestato pescatore 40enne

Trani, spara a ex datore lavoro arrestato pescatore 40enne

 
Festa patronale crisi di donazioni

Festa patronale
crisi di donazioni

 
Sbarre abbassate e disagi cittadini stufi di attendere

Sbarre abbassate e disagi
cittadini stufi di attendere

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS