Cerca

Sinagoga Scolanova l’inaugurazione dopo il restauro

TRANI - Tra gli appuntamenti di rilievo del «Lech Lechà Purìm» vi è quello odierno: sarà inaugurata, dopo un restauro, la secolare sinagoga Scolanova, punto di riferimento per la comunità ebraica pugliese. Per la Settimana di arte, cultura e letteratura ebraica, oggi, alle 17, a conclusione dei lavori di restauro a cui è stata sottoposta dallo scorso settembre 2014 fino a febbraio 2015, vi sarà la cerimonia
Sinagoga Scolanova l’inaugurazione dopo il restauro
TRANI - Tra gli appuntamenti di rilievo del «Lech Lechà Purìm» vi è quello odierno: sarà inaugurata, dopo un restauro, la secolare sinagoga Scolanova, punto di riferimento per la comunità ebraica pugliese. Per la Settimana di arte, cultura e letteratura ebraica, oggi, alle 17, a conclusione dei lavori di restauro a cui è stata sottoposta dallo scorso settembre 2014 fino a febbraio 2015, vi sarà la cerimonia alla quale interverrà il Rabbino Capo di Napoli, Umberto Piperno, che terrà terrà la lezione “Democrazia e Repubblica nel commento di Abravanel redatto a Monopoli”.
Previsti gli interventi di Renzo Gattegna presidente dell’Unione Comunità Ebraiche Italiane; Pier Luigi Campagnano presidente della Comunità ebraica di Napoli; Rav Umberto Piperno Rabbino Capo Comunità Ebraica di Napoli; Antonio De Iesu, Questore di Bari; Clara Minerva Prefetto della Provincia di Barletta–Andria–Trani; Maria Rita Iaculli Commissario prefettizio del Comune di Trani; Pasquale Cascella Sindaco Comune di Barletta. Attesissima anche la partecipazione del Console Generale degli USA in Italia, la sig.ra Colombia A. Barrosse. Modera Cosimo Yehudàh Pagliara.

In programma anche una lezione del Rabbino Capo di Venezia Scialom Bahbout dal titolo “Il Rotolo di Ester e l’eclissi di Dio”. Gli interventi di restauro hanno riguardato l’interno del plurisecolare edificio di culto, sono stati finanziati con fondi resisi disponibili grazie alla Legge 175/2005 dedicata ad importanti interventi di recupero del patrimonio culturale ebraico presente in Italia. I lavori sono stati coordinati dalla Comunità Ebraica di Napoli, a cui fa capo la Puglia, in accordo con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Bari, Barletta - Andria - Trani e Foggia.

Oltre a questo importante appuntamento a Trani, oggi vi sono anche altre iniziative. A Barletta, Sefarim, nella hall del ristorante «Il Brigantino 2», alle 9.30, a cura del Liceo Artistico N. Garrone, Thomas Saintourens presenta il libro «Il Maestro» (Edizioni Piemme), presenta Francesco Lotoro, con Paolo Candido, conduce Danilo Marano. A Trani, «Chi è rimasto a bottega?», nel ristorante Taverna Portanova, dalle 13 alle 15, e dalle 21 alle 23, si terranno pranzo e cena kasher sotto sorveglianza rabbinica. Yeshivà, nella sinagoga Scolanova, alle 12, lezione del Rabbino Capo di Napoli Rav Umberto Piperno Preghiera pubblica e privata attraverso gli scritti di Ieshaya’ da Trani detto il Mabit. Il luogo in cui si studia la Torà e la Mishnà è chiamato Beth haMidrash o Yeshivà. Sotto la guida di Rav Umberto Piperno, Rav Scialom Bahbout, Maskil Valter Di Castro e Maskil Marco Dell’Ariccia si studia approfonditamente Tefillà, Torà, Talmud, Halachà e soprattutto la festa di Purìm che si svolgerà durante i giorni di Lech Lechà. Una full immersion nei testi che costituiscono l’ossatura dell’ebraismo e che danno la cifra del pensiero storico ebraico che guarda alla Torà scritta e orale come guida universale e unica fonte dei valori fondamentali della civiltà euromediterranea. Rav Umberto Piperno ha studiato presso il Collegio Rabbinico Italiano di Roma e presso la Yeshiva University a New York. Già Rabbino Capo di Trieste dal 1996 al 2006 e Rabbino della Sephardic Congregation di Riverdale (New York), è attualmente Rabbino Capo di Napoli.
Reshit, nell’auditorium S. Luigi, alle 19, Antisemitismo metafisico di Heidegger e autoannientamento di un pensiero filosofico, relatori Francesco Fistetti, Ottavio Di Grazia, modera Piero Di Nepi. Seguirà, alle 20.30, nell’auditorium «San Luigi», si terrà «Il Canto di Abramo», Jozef Koffler e l’avanguardia musicale tra le due Guerre, recital pianistico di musiche di Józef Koffler, con la pianista Elzbieta Sternlicht.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400