Cerca

Terrorizzò coppietta a Bisceglie in cella un rapinatore

BISCEGLIE - L'uomo, insieme a un complice, avrebbe raggiunto la coppia in località Pantano, avvicinandosi alla loro auto e intimando ai due di aprire. La coppia, spaventata, avrebbe attivato la chiusura centralizzata: da qui la rottura del finestrino, ferendo alla mano il giovane nell’auto e facendosi consegnare un cellulare
Terrorizzò coppietta a Bisceglie in cella un rapinatore
BISCEGLIE –  Insieme ad un complice, che sarebbe stato già identificato, avrebbe rapinato nel maggio dello scorso anno una coppia di fidanzati di 27 e 24 anni che si era appartata in auto. E’ il motivo per cui i carabinieri hanno arrestato il pregiudicato 38enne di Bisceglie Massimiliano Cappelli. Nei confronti dell’uomo è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Trani; il provvedimento è stato notificato a Cappelli in carcere, dove l’uomo è detenuto per altri reati.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, Cappelli, alla guida di una Mercedes e insieme ad un complice, avrebbe raggiunto la coppia in località Pantano, avvicinandosi alla loro auto e intimando ai due di aprire. La coppia, spaventata, avrebbe attivato la chiusura centralizzata. A quel punto Cappelli avrebbe infranto un finestrino, ferendo alla mano il giovane nell’auto e facendosi consegnare un cellulare, 40 euro e una carta Poste pay, scarica e comunque subito bloccata.

Il cellulare rubato, invece, Cappelli lo avrebbe usato per cinque mesi. I carabinieri avrebbero identificato anche il complice di Cappelli, un incensurato biscegliese, ma per quest’ultimo indiziato non è stata ancora adottato alcun provvedimento. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400