Giovedì 16 Agosto 2018 | 02:14

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Dia sigilla immobili per 700mila euro a narcos andriese

ANDRIA - Giovanni Fasciano, arrestato per traffico di droga dal Nicaragua, aveva immobili e  pagava mutui, ma dagli accertamenti patrimoniali è infatti emerso che nel triennio 2008-2010 ha dichiarato 900 euro l’anno, nel 2012 un reddito pari a 0, mentre negli anni precedenti ha dichiarato una media pari a circa 14.000 euro l’anno
Dia sigilla immobili per 700mila euro a narcos andriese
ANDRIA - Beni ed immobili, ivi compresi gli arredi, per un valore di oltre 700.000 euro sono stati sequestrati dal personale della Direzione investigativa antimafia di Bari al pregiudicato andriese, Giovanni Fasciano, 66 anni, arrestato insieme al figlio Leonardo, nel marzo dello scorso anno, nell’ambito dell’operazione denominata “Bate”, relativa ad un traffico internazionale di stupefacenti, dei Carabinieri di Roma.

Fasciano (attualmente in carcere), come risulta dagli atti di indagine, rivestiva il ruolo di organizzatore e finanziatore, insieme ad altri, dell’illecito traffico, che prevedeva il trasporto dal Nicaragua all’Italia di enormi quantitativi di stupefacente, anche tramite l’occultamento dello stesso in pietre trasportate in container.

Il provvedimento di sequestro è stato emesso in base alla normativa antimafia dal Tribunale di Trani, Sezione per le Misure di Prevenzione, ed ha interessato l’impresa edile di famiglia, tre appartamenti ed altrettanti box auto, due terreni, di cui uno edificabile, ubicati nei comuni di Trani ed Andria.

Da una analisi approfondita del patrimonio dell’intero nucleo familiare del pregiudicato, la Dia di Bari ha accertato che Fasciano, a fronte di una situazione reddituale che, sovente, non avrebbe consentito neanche la sopravvivenza dello stesso nucleo, nel corso degli anni aveva effettuato numerosi acquisti e vendite immobiliari, sostenendo anche mutui di 1.200 euro al mese realizzando, così, un patrimonio sproporzionato rispetto ai redditi percepiti e/o all’attività economica esercitata.

Dagli accertamenti patrimoniali è infatti emerso, ad esempio, che il pregiudicato nel triennio 2008-2010 ha dichiarato 900 euro l’anno, nel 2012 un reddito pari a 0, mentre negli anni precedenti ha dichiarato una media pari a circa 14.000 euro l’anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Barletta, risiko al Comune:giorni decisivi per la crisi

Barletta, risiko al Comune:
giorni decisivi per la crisi

 
Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

 
Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

 
Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

 
Bisceglie, tour turistico di notteal cimitero: scoppia la polemica

Bisceglie, tour turistico di notte
al cimitero: scoppia la polemica

 
Caso Barletta, Caracciolo a Mennea:«Getti fango per il posto in giunta»

Caso Barletta, Caracciolo a Mennea: «Getti fango per il posto in giunta»

 
Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS