Cerca

Primario-sindaco aggredito al pronto soccorso da ubriaco

CANOSA DI PUGLIA - "Un pò sono contento perchè avendo subito l’aggressione da sindaco, il fatto ha avuto una risonanza maggiore rispetto a quella che avrebbe avuto normalmente". Lo afferma il primo cittadino di Canosa di Puglia, Ernesto La Salvia (lista civica), primario del pronto soccorso dell’ospedale cittadino, aggredito due notti fa da un pregiudicato ubriaco mentre era di turno nel nosocomio
Primario-sindaco aggredito al pronto soccorso da ubriaco
CANOSA DI PUGLIA (BARLETTA – ANDRIA – TRANI) - "Un pò sono contento perchè avendo subito l’aggressione da sindaco, il fatto ha avuto una risonanza maggiore rispetto a quella che avrebbe avuto normalmente". Lo afferma il primo cittadino di Canosa di Puglia, Ernesto La Salvia (lista civica), primario del pronto soccorso dell’ospedale cittadino, aggredito due notti fa da un pregiudicato ubriaco mentre era di turno nel nosocomio. Ha riportato la rottura di un dente e lievi ferite (giudicate guaribili in cinque giorni) così come leggere contusioni hanno subito una infermiera e due carabinieri accorsi sul posto per bloccare l’aggressore. Questi, Matteo Calvio, di 30 anni, di Cerignola (Foggia), è stato arrestato ed è ora ai domiciliari con una costola fratturata.

"Queste cose nei pronto soccorso – racconta il sindaco - accadono ogni giorno e ogni notte. Per me è la seconda volta ma poi non cambia nulla. Siamo noi medici, sulla nostra pelle, che ci ingegniamo e impariamo a gestire situazioni al limite".

L'aggressione, racconta La Salvia, è avvenuta dopo che Calvio era stato soccorso e reidratato e aveva lasciato il reparto con i genitori: "E' tornato indietro e mi ha accusato di avergli tolto i soldi dalla giacca, ma la giacca non l’aveva, indossava una tuta ginnica". "La beffa – conclude – è che io quella faccia non ho potuto scordarla perchè prima di ricevere il cambio dal collega, ed erano le 7 del mattino, e avevo la pressione a 190, i carabinieri dopo essere stati in caserma me lo hanno riportato. Ho dovuto refertargli una ecchimosi all’occhio, una escoriazione al ginocchio e un dolore all’addome".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400