Cerca

Albero di Natale fatto da persone è record a Barletta

di GIUSEPPE DIMICCOLI
BARLETTA - È stata una impresa da Guinness dei primati, da record nazionale ma non mondiale, quella realizzata ieri pomeriggio nel fossato del castello con il più «ricco» albero umano della penisola. Ben 626 i presenti, numero di gran lunga maggiore rispetto a quota 577 fatta segnare dal precedente record italiano, ma inferiore alla vetta di 852, record del mondo stabilito nel 2013 (foto Calvaresi)
Albero di Natale fatto da persone è record a Barletta
di GIUSEPPE DIMICCOLI

BARLETTA - Barletta, ancora una volta, stupisce. Fa notizia. È stata una impresa da Guinness dei primati, da record nazionale ma non mondiale, quella realizzata ieri pomeriggio nel fossato del castello con il più «ricco» albero umano della penisola. Ben 626 i presenti, numero di gran lunga maggiore rispetto a quota 577 fatta segnare dal precedente record italiano, ma inferiore alla vetta di 852, record del mondo stabilito nel 2013.

IMPONENTE MACCHINA PRENATALIZIA - A far muovere questa imponente macchina prenatalizia, gli animatori di "Barletta e Avest", Lello il Rosso, Enzo Delvy e Tonio Piccolo. Ci hanno creduto dal primo momento che Barletta potesse realizzare anche l'albero umano più grande se del mondo, almeno della nostra penisola. L'entusiasmo e la simpatia di tutti sono stati il miglior collante di «barlettanità». Un orgoglio che se tradotto in comportamenti più belli potrebbe essere un nuovo punto di partenza. Sui social network e sulla pagina Facebook "Barlett e Avest", non si contano i like e i mi piace.

BARLETTANI NEL MONDO - Da tutto il mondo, i barlettani sparsi, hanno fatto sentire la propria voce di gioia. Quando i giudici dell'organizzazione del Guinness dei primati hanno decretato l'impresa l'urlo di gioia è salito fino al cielo. Insomma. l'appuntamento con la "costruzione" umana del maxi-albero natalizio, rigorosamente biancorosso, è stato uno di quei momenti che non si potranno mai dimenticare. La città della Disfida, in questa circostanza, è stata in grado di offrire una bella immagine al mondo proprio come aveva fatto il mitico Pietro Mennea. Risate a crepapelle durante il video che riprendeva la celebre canzone «We are the world» adattata con un testo in dialetto barlettano «We are the best - Barlett e Avest».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400