Cerca

Da giorni derubavano un’azienda metallurgica tre arresti a Barletta

BARLETTA - Da giorni derubavano un’azienda metallurgica: ieri mattina la Polizia di Stato ha arrestato a Barletta tre uomini per furto aggravato e continuato in concorso. Si tratta di Angelo Domenico Dibenedetto 49enne, barlettano, già sorvegliato speciale, Bledar Skenderi, 27enne albanese, e Savino Manzi, 23enne barlettano, tutti già con precedenti. I tre si erano introdotti nell’azienda ma sono stati sorpresi dal vigilante che ha fatto scattare l’allarme mettendoli in fuga
Da giorni derubavano un’azienda metallurgica tre arresti a Barletta
BARLETTA - Da giorni derubavano un’azienda metallurgica: ieri mattina la Polizia di Stato ha arrestato a Barletta tre uomini per furto aggravato e continuato in concorso. Si tratta di Angelo Domenico Dibenedetto 49enne, barlettano, già sorvegliato speciale, Bledar Skenderi, 27enne albanese, e Savino Manzi, 23enne barlettano, tutti già con precedenti. I tre si erano introdotti nell’azienda ma sono stati sorpresi dal vigilante che ha fatto scattare l’allarme mettendoli in fuga.

I poliziotti, giunti sul posto a seguito di una segnalazione al 113, hanno perlustrato la zona, istituendo anche dei posti di blocco nelle vie vicine. Due persone a bordo di un motorino, autori del furto insieme ad un terzo fuggito a piedi, hanno tentato di forzare un posto di blocco, scontrandosi con l’auto della polizia ferma sulla strada. Nell’impatto hanno riportato escoriazioni e traumi guaribili rispettivamente in 4 e 7 giorni. Il terzo componente del gruppo ha cercato di nascondersi dietro alcune auto in sosta, ma è stato individuato.

Il terzetto aveva preso di mira da giorni l’azienda metallurgica. Già alcuni giorni prima si erano introdotti all’interno dell’azienda attraverso un foro praticato nel muro perimetrale, appropriandosi di materiale per un valore di circa 300mila euro. Il mezzo utilizzato per caricare il materiale, un motocarro Ape 50, è stato sequestrato, insieme al ciclomotore utilizzato per la fuga nonché agli attrezzi per lo scasso abbandonati sul posto dai ladri in fuga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400