Cerca

Rubano cavi di rame va in tilt per ore il traffico delle Ferrovie Nord Barese

BARI – Il furto di due chilometri della linea elettrica aerea ha mandato in tilt e bloccato il traffico delle Ferrovie del Nord Barese, parzialmente ripristinato solo nella tarda mattinata di oggi. È accaduto la scorsa notte nel tratto compreso tra Bitonto e Terlizzi. Persone non ancora identificate hanno mandato in corto circuito il sistema per poter poi procedere al furto, tagliando i cavi in pezzi piccoli e trasportabili. Una squadra è intervenuta subito dopo mezzanotte, al primo allarme, per cercare di ripristinare la linea. Dopo circa una decina di ore di lavoro il traffico ferroviario è ripreso, ma ad un solo binario
Rubano cavi di rame va in tilt per ore il traffico delle Ferrovie Nord Barese
BARI – Il furto di due chilometri della linea elettrica aerea ha mandato in tilt e bloccato il traffico delle Ferrovie del Nord Barese, parzialmente ripristinato solo nella tarda mattinata di oggi. È accaduto la scorsa notte nel tratto compreso tra Bitonto e Terlizzi. Persone non ancora identificate hanno mandato in corto circuito il sistema per poter poi procedere al furto, tagliando i cavi in pezzi piccoli e trasportabili. Una squadra è intervenuta subito dopo mezzanotte, al primo allarme, per cercare di ripristinare la linea. Dopo circa una decina di ore di lavoro il traffico ferroviario è ripreso, ma ad un solo binario.

I lavori proseguiranno ininterrottamente anche la prossima notte in maniera da poter garantire il normale flusso dei treni già da domani mattina.
La Ferrotramviaria – Ferrovie del Nord Barese ha messo a disposizione una ventina di pullman sostitutivi da Bitonto e Terlizzi, per cercare di ridurre il disagio patito dall’utenza. "Stiamo facendo tutto il possibile per limitare il disagio arrecato – spiega il direttore generale di Ferrotramviaria, Massimo Nitti – ma ci sono dei tempi tecnici per riassicurare il servizio che inevitabilmente vanno rispettati. Le nostre squadre sono al lavoro dalla notte scorsa e continueranno a lavorare finchè tutto sarà tornato alla normalità. Ci scusiamo con l'utenza, ma è evidente che non abbiamo responsabilità diretta per quanto è accaduto. Segnaleremo l’evento alle autorità competenti, anche in virtù del fatto che non è la prima volta e che la situazione è ormai diventata insostenibile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400