Giovedì 16 Agosto 2018 | 02:14

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Rapinarono gioielleria e picchiarono cliente tre arresti a Barletta

BARLETTA – Indossavano tute da motociclista e sottocaschi neri e lasciarono tracce sull'automobile abbandonata poco distante dal negozio preso di mira i tre presunti responsabili di una efferata rapina compiuta la scorsa estate a Barletta, ai danni di una gioielleria, e arrestati all’alba di oggi dai poliziotti del locale commissariato. Nel corso della rapina venne picchiato e ferito un cliente (e non il titolare come si era appreso in un primo momento) che era all’interno del negozio insieme con il proprietario della gioielleria
Rapinarono gioielleria e picchiarono cliente tre arresti a Barletta
BARLETTA – Indossavano tute da motociclista e sottocaschi neri e lasciarono tracce sull'automobile abbandonata poco distante dal negozio preso di mira i tre presunti responsabili di una efferata rapina compiuta la scorsa estate a Barletta, ai danni di una gioielleria, e arrestati all’alba di oggi dai poliziotti del locale commissariato. Nel corso della rapina venne picchiato e ferito un cliente (e non il titolare come si era appreso in un primo momento) che era all’interno del negozio insieme con il proprietario della gioielleria.

Gli arrestati sono Domenico Alessio De Re, di 19 anni, Francesco Seccia, di 22 e Michele Graniero, di 42 anni: i tre pistola in pugno, il 7 agosto scorso, fecero irruzione nella gioielleria 'Iacobonè di corso Vittorio Emanuele e si impossessarono di monili e gioielli per un valore di svariate migliaia di euro, molti dei quali furono abbandonati durante la fuga. All’interno della gioielleria, al momento della rapina c'era, oltre al titolare, c'era un cliente. L’uomo aggredito e picchiato e fu colpito al volto con un casco da motociclisti in modo così violento da rompersi il setto nasale e perdere conoscenza.

Subito dopo i tre fuggirono a piedi, dileguandosi per le vie del centro e lasciando sul luogo della rapina un’auto risultata rubata ad Andria alcuni giorni prima. Le tracce lasciate a bordo dell’auto e anche gli indumenti utilizzati per la rapina e il modo di operare dei tre presunti responsabili, sono stati determinanti ai fini delle indagini e del loro arresto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Barletta, risiko al Comune:giorni decisivi per la crisi

Barletta, risiko al Comune:
giorni decisivi per la crisi

 
Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

 
Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

 
Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

 
Bisceglie, tour turistico di notteal cimitero: scoppia la polemica

Bisceglie, tour turistico di notte
al cimitero: scoppia la polemica

 
Caso Barletta, Caracciolo a Mennea:«Getti fango per il posto in giunta»

Caso Barletta, Caracciolo a Mennea: «Getti fango per il posto in giunta»

 
Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS