Cerca

Barletta, riecco la Biblioteca dei ragazzi Concorso per giovani: racconta l'Europa

BARLETTA - Nella sua travagliata storia la Biblioteca dei ragazzi ha conosciuto più giorni di chiusura che di apertura. Ora (finalmente) la gara per l’aggiudicazione del «Servizio decentrato della sezione regazzi della Biblioteca comunale Loffredo» si è conclusa. Il servizio è stato assegnato dal Settore beni e servizi culturali all’associazione Mirabilia di Barletta
Barletta, riecco la Biblioteca dei ragazzi Concorso per giovani: racconta l'Europa
BARLETTA - Nella sua travagliata storia la Biblioteca dei ragazzi ha conosciuto più giorni di chiusura che di apertura. Ora (finalmente) la gara per l’aggiudicazione del «Servizio decentrato della sezione regazzi della Biblioteca comunale Loffredo» si è conclusa. Il servizio è stato assegnato dal Settore beni e servizi culturali all’associazione Mirabilia di Barletta. Viene affidato per 24 mesi e copre due annualità di bilancio, quelle del 2014 e del 2015 con l’impegno di 15.453 euro per ogni anno.
Ma quando comincerà effettivamente l’attività di prestito e consultazione dei libri nella sede, presso la scuola elementare «Giovanni Paolo II», in via dei Pini, nel quartiere Barberini-Patalini? Non si sa. Si spera, però, che le ultime tappe dell’iter amministrarivo siano più celeri di quelle della gara appena conclusa. Perché tutto cominciò con una deliberazione di giunta comunale dell’ormai lontano 30 settembre 2010, quando l’amministrazione comunale Maffei espresse «l’indirizzo favorevoleall’avvio delle procedure di gara per l’affidamento biennale del Servizio della Biblioteca dei ragazzi».

Ma (in queste vicende c’è sempre un «ma» o, meglio, più di un «ma») tra l’«espressione dell’indirizzo favorevole all’avvìo delle procedure di gara» e la conclusione di quest’ultima sono trascorsi quattro lunghissimi anni pari a due bienni (altro che uno): chi risarcirà mai i piccoli utenti del servizio mai fruito nel frattempo? Sia come sia, tra determinazioni dirigenziali, verifica della documentazione dei partecipanti alla gara, integrazione (ove richiesta) della stessa documentazione, elaborati, studi, certificazioni ed autocertificazioni, siamo arrivati ai giorni nostri. Tutto finito? Chissà. Staremo a vedere.

Certo è che la Biblioteca dei ragazzi, sorta sul finire degli anni Novanta, non è stata finora particolarmente fortunata e con lei i ragazzi che tra una chiusura e l’altra hanno avuto l’intermittente opportunità di frequentarla. Il 9 novembre del 2009, ad esempio, dopo una battaglia a colpi di carta bollata in cui non si capiva bene quale fosse il reale interesse del Comune, la struttura ricominciò a funzionare dopo ben 558 giorni di chiusura. Anche quella stagione, però, non durò a lungo. Arrivò così presto la nuova chiusura e la successiva lunghissima gestazione della gara adesso andata in porto. Al Comune, ultieriori adempimenti burocratici permettendo, avranno già fissato una data per la nuova riapertura? [r.dal.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400