Cerca

Via al fine settimana del fungo cardoncello Funghi anche a San Pancrazio

MINERVINO - E’ tutto pronto per la sagra del “Fungo cardoncello” giunta alla ventesima edizione e che si terrà questo fine settimana, sabato 25 e domenica 26 ottobre. La manifestazione è promossa dalla associazione Pro loco, che da anni organizza la manifestazione e ha messo a punto una serie di iniziative
Via al fine settimana del fungo cardoncello Funghi anche a San Pancrazio
MINERVINO - E’ tutto pronto per la sagra del “Fungo cardoncello” giunta alla ventesima edizione e che si terrà questo fine settimana, sabato 25 e domenica 26 ottobre. La manifestazione è promossa dalla associazione Pro loco in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune, con il patrocinio di Regione, Provincia di Barletta Andria Trani, l’ente Parco dell’Alta Murgia, il Gal Murgia più e l’Unpli. La Pro loco, che da anni organizza la manifestazione, ha messo a punto una serie di iniziative.

Produttori ed artigiani allestiranno i vari stand nel centro storico destinati sia alla degustazione sia all’acquisto. La sagra si concentra nelle strade e nelle piazze più centrali: corso Matteotti, in piazza Bovio e lungo corso De Gasperi fino a piazza De Deo. Turisti e visitatori potranno dedicarsi alla ricerca di tipicità gastronomiche e di prodotti locali, tra cui spicca il fungo cardoncello della Murgia. C’è spazio anche per lo sport. Domenica 26, prima edizione della Medio Fondo del Parco Eolico, organizzata dall’associazione Eurobike di Corato e dall’associazione Go Murgia con le associazioni Umana Dimora, Pro Loco di Minervino Murge e il supporto degli operatori dell’OER, del G.O.E e della Torre Onlus con il patrocinio del Comune.

La sagra è anche occasione per dare uno sguardo alle produzioni dell’artigianato: in molti stand si troveranno antiquariato, quadri, cesti in vimini, pizzi e merletti. Non mancheranno le degustazioni di tutta la gastronomia, in particolare quella dei funghi. Invariata la formula che attrae ogni anno numerosissimi visitatori e turisti. Protagonisti saranno la gastronomia tipica e il paniere dei prodotti tipici locali. Ma non mancano una serie di iniziative collaterali: mostre di quadri, passeggiate naturalistiche, visite guidate nel centro storico La Scesciola, animazione ed esposizioni di pittori ed artisti, degustazioni di prodotti tipici.

Il percorso della sagra consente di ammirare e visitare imonumenti e le chiese del centro murgiano: la torre dell’Orologio, la Chiesa dell’Assunta, il centro storico, la Chiesa della Croce e la Grotta di San Michele, il santuario della Madonna del Sabato situate a poco distanza dal centro abitato. Sarà possibile pure visitare la grotta di San Michele, grazie ad una serie di aperture straordinarie per tutto il mese di ottobre, per gruppi e famiglie che proseguiranno sino al mese di marzo. Per tutti gli eventi info sui siti della Pro loco e del Comune. [Rosalba Matarrese]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400