Cerca

La saga degli Hobbit nel castello di Barletta

Barletta come la Terra di mezzo. Per la sua ventunesima edizione, la Società Tolkieniana Italiana (STI), la più longeva e importante realtà italiana ispirata all’autore del Signore degli Anelli e dello Hobbit, J.R.R. Tolkien guidata da Ninni Dimichino, ha scelto il Castello di Barletta quale scenografia per il suo evento nazionale, Hobbiton, in programma da venerdì 5 a domenica 7 settembre
La saga degli Hobbit nel castello di Barletta
Oggi, mercoledì 3 settembre, alle 10.30, nella sala “Finocchiaro” del Consiglio Regionale pugliese, si terrà la conferenza stampa di presentazione della XXI edizione della Hobbiton, la più longeva e importante festa nazionale ispirata all’autore del Signore degli Anelli e dello Hobbit, promossa dalla Società Tolkieniana Italiana con il patrocinio del Comune di Barletta, della Provincia di Barletta-Andria-Trani e della Presidenza del Consiglio Regionale. Vi prenderanno parte Nino Marmo, vicepresidente del Consiglio Regionale, Ninni Dimichino, presidente della Società Tolkieniana Italiana, Oronzo Cilli, della Tolkieniano Collection, e Giusy Caroppo, assessore alle Politiche delle identità culturali del Comune di Barletta.

Per la sua ventunesima edizione, la Società Tolkieniana Italiana (STI), la più longeva e importante realtà italiana ispirata all’autore del Signore degli Anelli e dello Hobbit, J.R.R. Tolkien guidata da Ninni Dimichino, ha scelto il Castello di Barletta quale scenografia per il suo evento nazionale, Hobbiton, in programma da venerdì 5 a domenica 7 settembre.
La Città della Disfida, infatti, si animerà in questo fine settimana di elfi, maghi, troll e tanti hobbit ispirati ai personaggi nati dalla fulgida mente del filologo inglese Tolkien. L’evento rientra nel calendario dell’Estate Barlettana e, oltre al supporto dell’amministrazione comunale, vede i patrocini della Provincia BAT e della Presidenza del Consiglio Regionale oltre al supporto di tante altre realtà su tutte il Greisinger Museum di Jenins, Svizzera, il più grande museo al mondo ispirato al Signore degli Anelli.

A co-organizzare l’evento anche Tolkieniano Collection, la più importante collezione italiana ispirata a Tolkien del barlettano Oronzo Cilli vero animatore, assieme a Dimichino e Ida Vinella, del vasto e ricco programma. Invitando i lettori a leggerlo sul sito ufficiale (http://hobbitonbarletta.blogspot.it). Gli appuntamenti sono davvero innumerevoli e raggiungeranno ogni fascia d’età, anche chi non conosce l’opera tolkieniana ma è stato affascinato dai film di Peter Jackson.
L’evento è completamente gratuito e si terrà interamente nel Castello con l’apertura sabato 5 alle 18 con l’inaugurazione della più importante mostra itinerante al mondo, la DAMA Collection curata da Davide Martini, che esporrà gli originali dei più importanti artisti fantasy (Giancola, Lee, Nasmith, Crida, Garland e Achilleos) grazie alla collaborazione con il Gresinger Museum.

La Festa (sabato e domenica dalle 9.30 alle 20.30) vedrà convegni su libri pubblicati e in uscita; il primo incontro dei collezionisti tolkieniani italiani; il Mathom, guidati da Oronzo Cilli; racconti animati con il gruppo Fatti di Sogni che ha adattato il saggio breve di Tolkien il Cacciatore di Draghi (sabato); stand; animazione per bambini; combattimenti dal vivo con spade Larp; giochi di ruolo da tavolo; caccia al tesoro ispirata alla saga di Tolkien. Anche un’esposizione a cura del Vespa Club di Barletta e il raduno, domenica, dei tanti appassionati di cosplay che amano indossare i panni dei propri beniamini del mondo fantasy e che vedrà il momento clou con la premiazione dei migliori abiti accompagnati dalle Wing of Harmony.

Una tre giorni d’incontri che ogni anno vede radunarsi appassionati lettori da ogni parte d’Italia e che quest’anno incontreranno anche ospiti speciali come Piero Crida, grande artista e illustratore di tutte le più belle copertine di Tolkien pubblicate da Rusconi dal 1970 al 1992 e gli inglesi Roger e Linda Garland che hanno illustrato le copertine inglesi tra gli anni Ottanta e Novanta. I tre ospiti parleranno delle loro esperienze e terranno delle sessioni per firmare le diverse copie di libri che hanno illustrato. Questa fine settimana non ci resta che fare un salto al Castello di Barletta, un pezzo della Terra di Mezzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400