Cerca

Sicurezza a rischio e operai «filmati» Sequestrata azienda

CORATO - Azienda specializzata nel commercio al dettaglio prodotti agricoli e zootecnici. Gravi omissioni sulla salute dei lavoratori e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, installazione di un sistema di videosorveglianza abusivo, la realizzazione di manufatti senza autorizzazioni amministrative. Denunciato titolare, 80mila euro di multa
Sicurezza a rischio e operai «filmati» Sequestrata azienda
CORATO - I Carabinieri hanno posto sotto sequestro e sospeso l'attività imprenditoriale di un'azienda di Corato specializzata nel commercio al dettaglio di prodotti per l'agricoltura e la zootecnia.

Nel corso di un controllo, i militari della stazione di Corato, insieme a quelli del Nucleo ispettorato del lavoro e del Noe, nonchè con personale Asl, hanno riscontrato gravi omissioni sulla salute dei lavoratori e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, tra cui la valutazione dei rischi da interferenze, la predisposizione della sorveglianza sanitaria sui dipendenti e la formazione/informazione degli stessi sui rischi connessi all'attività professionale, previste dal Decreto Legislativo 81/2008. 

I militari hanno inoltre accertato la presenza presso la struttura commerciale di un lavoratore "in nero", nonché l'installazione di un sistema di videosorveglianza in violazione delle norme stabilite dallo Statuto dei lavoratori e la realizzazione di manufatti senza le richieste autorizzazioni amministrative. 

Il titolare della società è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Trani, sono state elevate sanzioni pecuniarie per un importo complessivo di quasi 80mila euro., tra cui la valutazione dei rischi da interferenze, la predisposizione della sorveglianza sanitaria sui dipendenti e la formazione/informazione degli stessi sui rischi connessi all'attività professionale, previste dal Decreto Legislativo 81/2008. 

I militari hanno inoltre accertato la presenza presso la struttura commerciale di un lavoratore "in nero", nonché l'installazione di un sistema di videosorveglianza in violazione delle norme stabilite dallo Statuto dei lavoratori e la realizzazione di manufatti senza le richieste autorizzazioni amministrative. 

Il titolare della società è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Trani, sono state elevate sanzioni pecuniarie per un importo complessivo di quasi 80mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400