Cerca

E Andria si conferma Comune riciclone 2014

di MICHELE PALUMBO
ANDRIA - Andria è stata nuovamente premiata, a Roma, come Comune Riciclone. A cura di Legambiente, infatti, si è svolta la premiazione della XXI edizione di “Comuni Ricicloni” e cioè dei 1.328 campioni nella raccolta differenziata dei rifiuti, vale a dire il 16 per cento dei Comuni d’Italia per un totale di 7,8 milioni di cittadini che hanno detto addio al cassonetto
E Andria si conferma Comune riciclone 2014
di MICHELE PALUMBO

ANDRIA - Andria è stata nuovamente premiata, a Roma, come Comune Riciclone. A cura di Legambiente, infatti, si è svolta la premiazione della XXI edizione di “Comuni Ricicloni” e cioè dei 1.328 campioni nella raccolta differenziata dei rifiuti, vale a dire il 16 per cento dei Comuni d’Italia per un totale di 7,8 milioni di cittadini che hanno detto addio al cassonetto, pari al 13,7 per cento della popolazione nazionale che oggi ricicla e differenzia i rifiuti alimentando l’industria del riciclo e quindi la Green Economy (150 mila posti di lavoro). Per accedere alle classifiche i Comuni devono aver raggiunto l’obiettivo di legge del 65% di raccolta differenziata. La classifica è costruita attraverso un indice di buona gestione dei rifiuti urbani: per la prima volta i “primi della classe” sono almeno uno per ogni regione d'Italia, con l'unica eccezione della Valle d'Aosta, che non ha neanche un Comune virtuoso. Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige sono le regioni con la più alta concentrazione di Comuni Ricicloni. Ma la novità di quest’anno è la crescita dei ricicloni nel centro sud che passano dal 15 al 20% del totale nazionale”.

La Puglia porta a casa 5 Comuni Ricicloni: Rutigliano e Canosa di Puglia premiati nella classifica nazionale dei Comuni sopra i 10mila abitanti; Cellamare e Monteparano premiati nella classifica sotto i 10mila abitanti. Tra i capoluoghi premiati a livello nazionale, invece, oltre a Belluno, Pordenone, Novara, Salerno e Trento, entra nella lista dei virtuosi anche un pugliese: Andria.
Il sindaco Nicola Giorgino ha sottolineato che “L’essere un Comune Riciclone conferma che la scelta operata dall’Amministrazione comunale, quella della raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti, con la conseguente eliminazione dei cassonetti in città, si è rivelata giusta, opportuna e vincente”. Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, nel commentare i risultati conseguiti nel territorio, ha dichiarato: “Sebbene siano 5 i Comuni pugliesi premiati, la svolta non è dietro l’angolo perché nella nostra regione si registrano percentuali di raccolta differenziata ancora troppo basse, intorno al 27%, lontane dagli obiettivi di legge pari al 65%. La scelta, contestata da Legambiente, dell’ecotassa rimodulata al 5% non ha portato ai risultati sperati. In autunno presenteremo la 7^ edizione regionale di Comuni Ricicloni e faremo, come ogni anno, un focus sulla situazione impiantistica e sulle percentuali di raccolta differenziata nei 258 Comuni pugliesi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400