Venerdì 17 Agosto 2018 | 18:48

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

trani

Ennesimo raid vandalico
contro la piccola cappella

Edifici storici «profanati» La scorsa notte è stata distrutta la vetrata. Terzo «sfregio» in 3 anni

 Ennesimo raid vandalico contro la piccola cappella

Nico Aurora

Trani - «L’accanimento contro il pesante vetro posto a “difesa“ della chiesetta di via del Serrone ha avuto il suo triste epilogo». Così il presidente della Commissione toponomastica, Franco Caffarella, commentando con amarezza le immagini dell’ennesimo sfregio - il terzo in tre anni - a quel piccolo luogo di culto situato nell’agro di Trani.

Una chiesetta senza pace, una piccola cappella rurale, cui non sembrano bastare le cure dei proprietari e le attenzioni di molti fedeli per preservarla dalla violenza di pochi, ma scellerati soggetti.

E così, l’altra notte, ignoti ne hanno distrutto la vetrata. Vi erano già riusciti nel novembre 2016, allorquando rubarono anche una statua della Madonna custodita all’interno, e parzialmente lo scorso 25 aprile, perché in quel caso il vetro resistette.

La chiesetta è situata sul ciglio della strada. Via del Serrone è una vicinale che collega via delle Tufare con via Duchessa d’Andria, a breve distanza dall’incrocio con quest’ultima. Sulla destra si affaccia questo piccolo edificio religioso, che precede una stradina trasversale che, a sua volta, conduce ad un’antica residenza rurale. I due immobili fanno parte dello stesso complesso, risalente ad un paio di secoli fa, e la chiesetta era stata restaurata nel 2015, nell’attesa di analoghi lavori nella casa, destinata ad essere trasformata in attività ricettiva.

La cappella è regolarmente consacrata e, per questo motivo, a maggior ragione, tali danneggiamenti non trovano alcuna spiegazione e lasciano profondamente amareggiati i proprietari e coloro che hanno sempre avevano avuto modo di sostare in quella cappella in preghiera, ammirandone anche la sobrietà degli arredi. Quella è, soprattutto, la chiesa degli agricoltori che lavorano in zona: al rientro a casa, uno sguardo, un segno di croce e via.

Tutto questo pone in risalto i rischi cui sono esposti gli edifici storici dell’agro di Trani, del valore spesso inestimabile.

Ci sono intere masserie già da tempo devastate dai vandali, ma, fino a pochi anni fa, almeno gli edifici religiosi sembrava fossero rimasti indenni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bisceglie-Matera, partita a rischioPrefetto: incontro a porte chiuse

Bisceglie-Matera, partita a rischio. Prefetto: incontro a porte chiuse

 
Scende in strada e spara in aria con una pistola clandestina: arrestato

Scende in strada e spara in aria con pistola modificata: arrestato

 
Trani, quel viadotto sulla 16 bische va in malora: nessuno fa nulla

Trani, quel viadotto sulla 16 bis che va in malora: nessuno fa nulla

 
Barletta, risiko al Comune:giorni decisivi per la crisi

Barletta, risiko al Comune:
giorni decisivi per la crisi

 
Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

 
Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

 
Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

 

GDM.TV

Salento, 10 soccorsi per mare mossoUno motoscafo rischia di affondare

Salento, 10 soccorsi per mare mosso: un motoscafo rischia di affondare

 
Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 

PHOTONEWS