Mercoledì 15 Agosto 2018 | 18:53

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

cittadini infastiditi e impauriti

Parcheggiatori abusivi
tra illegalità e minacce

Barletta, in vari punti della città il fenomeno preoccupa e dilaga

 Parcheggiatori abusivi tra illegalità e minacce

BARLETTA - «Frequentando la litoranea di Levante e il centro storico di Barletta, è possibile constatare che molto spesso i cittadini si ritrovano a parcheggiare le loro autovetture in zone gestite da parcheggiatori abusivi. Tali zone, individuabili di fronte al lido “Brigantino” e nell’area adibita a luna park durante la festa patronale, fino allo scorso anno erano regolarmente gestite da parcheggiatori autorizzati che si attenevano al cartello comunale delle tariffe orarie e rilasciavano un regolare ticket». Così il nostro lettore Nicola Scelzi.

E poi: «Fin dall’inizio della stagione corrente, tali aree sono in preda a una serie di parcheggiatori abusivi che richiedono soldi agli utenti e nel caso di rifiuto gli stessi si trovano dinnanzi a situazioni spiacevoli che, spesso, sfociano nel danneggiamento delle autovetture. Inoltre, il posizionamento di parcheggiatori abusivi in queste aree non rende affatto tranquilli gli utenti, atteso che nella migliore delle ipotesi gli stessi parcheggiatori abusivi lasciano le aree incustodite non appena guadagnata una cifra da loro giudicata consistente».

Ma non è tutto. Infatti anche il parcheggio sul retro di palazzo di Città con tanto di strisce blu e parchimetro della Barsa vede all’opera parcheggiatori abusivi.

«Non è possibile che propri dietro palazzo di Città si debba tollerare una situazione del genere - scrive la signora Maria Piccolo -. Purtroppo pur essendoci il grattino da dover pagare si aggiunge la beffa dei parcheggiatori abusivi. In quel parcheggio regolarmente i vigili urbani posteggiano le loro auto di servizio. Vorrei chiedere a loro e al sindaco Cannito e a tutte le forze dell’Ordine di intervenire in maniera risolutiva». In ultimo ma non per ultimo anche in quello della stazione non mancano i parcheggiatori abusivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Barletta, risiko al Comune:giorni decisivi per la crisi

Barletta, risiko al Comune:
giorni decisivi per la crisi

 
Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

 
Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

 
Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

 
Bisceglie, tour turistico di notteal cimitero: scoppia la polemica

Bisceglie, tour turistico di notte
al cimitero: scoppia la polemica

 
Caso Barletta, Caracciolo a Mennea:«Getti fango per il posto in giunta»

Caso Barletta, Caracciolo a Mennea: «Getti fango per il posto in giunta»

 
Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS