Lunedì 25 Giugno 2018 | 10:30

Lo scandalo

Bari, il consiglio comunale
«ingessato» da temi scaduti

All'odg mozioni che riguardano la richiesta di sfiducia del vicesindaco Brandi (si è dimesso), una mozione contro il presidente Amiu (è cambiato) un atto per Natale 2017 e tanti altri.

Bari, il consiglio comunale«ingessato» da  temi scaduti

NINNI PERCHIAZZI

Sos consiglio comunale, salvate la massima assise cittadina da mozioni e ordini del giorno scaduti, ma inesorabilmente in lista d'attesa. Si tratta di una na pletora di provvedimenti, inutilmente in vita, che è concausa dell'andamento lento dell'attività dell'Aula Dalfino, in aggiunta a volontà ostruzionistiche e prove muscolari tra gli schieramenti, frutto di in un ormai irrespirabile clima da rissa, con tanto di insulti e offese personali.

Ad avvelenare ulteriormente l'aria, poi, la campagna elettorale per le Politiche del 4 marzo che ha spinto ogni oltre immaginazione il livello dello scontro, mentre i lavori languono, frenati come detto da provvedimenti di fatto fantasma.
Ad esempio, in elenco dei temi da discutere c'è la mozione urgente di sfiducia contro il vice sindaco Vincenzo Brandi. Peccato che si sia dimesso da oltre un anno.
Oppure ci sono risoluzioni urgenti relative alle manifestazioni di Natale 2015 e alle tariffe della sosta per Natale 2017, per non parlare dell'ordine del giorno sul referendum abrogativo del 17 aprile 2016 o ancora quello sul già effettuato sgombero di largo Pacha.

Ma non è finita. Basta infatti sfilare il lungo elenco degli argomenti inutili all'ordine del giorno, come le mozioni urgenti per scongiurare gli spostamenti dell'Autorità portuale da Bari (problema già affrontato e risolto due anni fa) o della sezione della Protezione civile dalla zona aeroportuale del capoluogo a Foggia (il trasloco del'ente in via delle Magnolie, alla zona industriale, è stato fatto nel 2013) oppure la richiesta di dimissioni di Gianfranco Grandaliano dalla presidenza dell'Amiu (carica non più ricoperta dall'avvocato barese ormai da tempo).

La lista dell'assurdo è ancora lunga. È già stata intitolata una via a Luigi Fallacara, ma c'è chi ancora tra i consiglieri lo chiede al pari delle controdeduzioni dell'Amministrazione alla relazione del Ministero delle Finanze dopo l'ispezione in Comune (il «caso» dell'estate 2016 è già bello e archiviato). Idem con patate per la richiesta di indire un nuovo bando (annullando il precedente) ai fini di trovare una nuova sede all'assessorato al Patrimonio, che si è già trasferito a Japigia , o per la risoluzione relativa all'appalto relativo all'impianto di climatizzazione del comando della Polizia municipale, in via Aquilino (già assegnato). E che dire della richiesta perlomeno fantasiosa di verificare, tramite l'Agenzia regionale per l'ambiente, la soglia del suono durante il concerto di fine anno, con la conseguente distribuzione di tappi acustici? È riferita all'ultimo concertone di Capodanno, ma restando iscritta in elenco rischia di tornare utile per la festa del prossimo 31 dicembre.

E ancora, le mozioni urgenti sulle unioni civili, per le multe per chi butta i mozziconi di sigaretta per terra, sull'istituzione delle cosiddette «Oil free zone» e per la sospensione dei lavori di rifacimento di via Sparano. Tutto ormai superato.
appello È dell'altro giorno la nuova richiesta del presidente del Consiglio, Michelangelo Cavone, ai consiglieri comunali di provvedere a cancellare provvedimenti e richieste già superate dai fatti. Per la seconda volta però, l'appello è rimasto inascoltato, ad ovvio detrimento dell’attività dell’Aula Dalfino. Infatti, ai fini della cancellazione dei temi suddetti - ce ne sono almeno una trentina - è necessario l'intervento dei consiglieri propositori. Cavone, d’altronde, a pochi giorni del suo insediamento, oltre un mese fa, ha esortato Conferenza dei capigruppo e proponenti degli ordini del giorno al fine di individuare le richieste ancora attuali, in modo da sfoltire i 65-70 argomenti da trattare e discutere le priorità, eliminando i temi ormai non più attuali o già affrontati e risolti. L’invito però, è rimasto lettera morta.

«Questo significa che a differenza di quanto si dice non c’è nessuna intenzione di trovare convergenze utili a far procedere spediti i lavori del consiglio comunale» dice il presidente, rammaricato ma non rassegnato. «La razionalizzazione degli ordini del giorno servirebbe a cristallizzare i temi di interesse sui quali chiederò l'impegno di maggioranza ed opposizione alla discussione in Aula», aggiunge Cavone, tendendo la mano al suo predecessore. «Era un obiettivo condiviso anche da Pasquale Di Rella, che ora, da consigliere, spero voglia supportarmi in questa battaglia». «Purtroppo ad oggi non ho ancora ricevuto alcun riscontro, probabilmente a causa del clima elettorale rovente che sta condizionando l'attivita del Consiglio, ormai teatro di tensione continua. Io stesso sono spesso oggetto di attacchi, anche personali, che tuttavia non mi faranno perdere la serenità necessaria per assolvere al mio ruolo. Fortunatamente il 4 marzo è alle porte».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

nuova via Amendola

Raddoppio via Amendola, da oggi a Bari si fa sul serio

 
Rogo nell'area ex Ansaldo, fiamme spente da pompieri e uomini Aeronautica

Rogo nell'area ex Ansaldo, fiamme spente da pompieri e uomini dell'Aeronautica

 
Incontro col Papa a Bari, «droni» e maxischermi»

Papa a Bari, droni e maxischermi. Pass in Curia e nelle parrocchie

 
Inaugurato il diretto Bari-Mosca della S7 Airlines

Inaugurato il diretto Bari-Mosca della S7 Airlines

 
Andrea con la moglie

Andrea, operaio ex Om da 7 anni senza lavoro. «Da 15 mesi vivo per strada»

 
Polemiche per il dlVolpe: «Uno spot in malafede»

Polemiche per il decreto legge
Volpe: «Uno spot in malafede»
Anm: iter straordinario per sede

 
cadavere trovato vicino allo stadio

Bari, trovato un corpo vicino lo stadio San Nicola

 

MEDIAGALLERY

Scudetto alla Pink Bari Primavera, è festa grande a Firenze

Scudetto alla Pink Bari Primavera, è festa grande a Firenze

 
Impresa della Pink Bari Primavera battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

Scudetto alla Pink Bari Primavera
battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

 
Apricena, una discarica abusiva in pieno parco

Apricena, trovata una discarica abusiva in pieno parco

 
Il vincitore di Sanremo Ermal Meta canta in barese

Il vincitore di Sanremo Ermal Meta canta in barese

 
Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

 
Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città, invisibili ai turisti

Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città

 
La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

 
Rapina all'Auchan di Taranto, panico tra la gente

Rapina all'Auchan di Taranto, arrestati un 18enne e un 16enne incensurati Vd

 
Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

 
Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

 
Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

 

LAGAZZETTA.TV

Spettacolo TV
Kidman e Farrell, coppia da horror

Kidman e Farrell, coppia da horror

 
Italia TV
Dopo 20 anni Terni passa al centro destra

Dopo 20 anni Terni passa al centro destra

 
Mondo TV
Il Sultano Erdogan archivia Ataturk

Il Sultano Erdogan archivia Ataturk

 
Calcio TV
La Colombia travolge ed elimina la Polonia

La Colombia travolge ed elimina la Polonia

 
Notiziari TV
ANSAtg delle ore 8

ANSAtg delle ore 8

 
Economia TV
In aziende appena 5% donne al top stipendi

In aziende appena 5% donne al top stipendi

 
Meteo TV
Previsioni meteo per domenica, 24 giugno 2018

Previsioni meteo per domenica, 24 giugno 2018

 
Sport TV
Tortu batte Mennea

Tortu batte Mennea