Giovedì 16 Agosto 2018 | 10:43

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

putignano

«Ferite» le basole della città vecchia
Il comitato cittadino lancia l'Sos

Il sindaco «bacchetta» le ditte incaricate dei lavori

«Ferite» le basole della città vecchiaIl comitato cittadino lancia l'Sos

PATRIZIO PULVENTO

PUTIGNANO - Dopo gli esposti inoltrati al prefetto, prosegue l’azione di «vigilanza» del Comitato per la tutela e la valorizzazione del centro storico, che, questa volta, si rivolge alla Soprintendenza. Nel mirino di questa «ronda» cittadina, questa volta sono finiti i lavori di scavo per il potenziamento della rete telefonica, attualmente in corso nel cuore della città vecchia, vicino alla Biblioteca comunale (via Castello, via Porta Barsento).

«Abbiamo chiesto a tutte le autorità competenti e soprattutto alla Soprintendenza archeologica se questi lavori siano rispettosi del contesto storico-culturale nel quale le strade si trovano nonché delle norme vigenti». Così il presidente del Comitato Franco Sportelli. Nella nota, inviata anche all’amministrazione comunale, all’Ufficio Tecnico, a tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale con tanto di immagini allegate, viene evidenziato che con riferimento alla pavimentazione esistente, costituita dal caratteristico basolato (chianche): in alcuni punti non è stato ripristinato il filo delle chianche «a spina di pesce»; sono stati utilizzati tipi e colori diversi di cemento per la realizzazione di ampie, larghe fogature; in alcuni tratti le chianche stanno già cedendo per la mancanza di un fondo omogeneo e compatto; l’utilizzo di un escavatore con martello pneumatico per la rimozione delle chianche a basole ha danneggiato le fogature esistenti anche tra le basole che non sono state rimosse. «Chiediamo, inoltre, se i cassettoni in metallo di cui uno montato accanto al portone principale della biblioteca comunale sono installati nel rispetto della normativa in materia di beni culturali - conclude la nota - Nella speranza che si possa far piena luce su questo episodio ed eventualmente accertarne le responsabilità».

Si tratta dell’ennesima azione di denuncia prodotta dal Comitato pro-centro storico in pochi mesi dalla sua costituzione, finalizzata a richiamare l’attenzione dell’intera cittadinanza sullo stato di degrado e di abbandono in cui versa da tempo il centro storico di Putignano che, come si legge ancora nello scritto, «non ha affatto bisogno di interventi destinati a danneggiarne ulteriormente l’immagine». Seppure con i tempi tecnici della pubblica amministrazione, le risposte alle varie istanze promosse da questo presidio a tutela del centro storico non si faranno attendere a lungo. «Le questioni sollevate da questo Comitato questa volta giungono tardive per essere già all’attenzione di questa amministrazione - precisa il sindaco Domenico Giannandrea -. I tecnici comunali hanno già eseguito un sopralluogo rilevando alcune irregolarità la scorsa settimana e che sono state pedissequamente notificate con apposito richiamo alla ditta committente esecutrice dei lavori. Nel contempo, ho già sentito in via preliminare, il comandante dei Carabinieri e la dirigente della polizia municipale e abbiamo in programma di convocare i rappresentati di questo comitato, per vagliare nel dettaglio le loro istanze, nonché finalizzato allo studio di tutte le soluzioni possibili, purché orientate al bene comune e di interesse collettivo per l’intera comunità locale».

PUTIGNANO Contestati gli interventi di scavi per la linea telefonica. Chiesto il «rispetto del contesto storico-culturale»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, accoltella l'ex suocero e il compagnodella sua ex fidanzata: due in in fin di vita

Bari, accoltella l'ex suocero e il compagno della sua ex fidanzata: due in fin di vita

 
Altamura, black out all'ospedale paura nel reparto dialisi

Altamura, black out all'ospedale
paura nel reparto dialisi

 
Molfetta, fiamme in autodemolizione: distrutte alcune auto

Molfetta, fiamme in autodemolizione: distrutte alcune auto

 
Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Bar, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

Bari, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

 
Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. I penalisti: meglio tardi che mai

 
Crollo ponte, Decaro: «Vicino al sindaco, siamo con te»

Crollo ponte, Decaro: «Vicino al sindaco, siamo con te»

 

GDM.TV

Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 

PHOTONEWS