Cerca

Martedì 22 Maggio 2018 | 21:15

Scuola media

Putignano, arrestati i bulli
che picchiarono il preside

In manette tre ragazzi (18 e 22 anni): fecero irruzione nella Parini un mese fa schiaffeggando il dirigente per non aver rivelato il nome di una mamma che aveva rimproverato un loro ragazzo

Putignano, arrestati i bulliche picchiarono il preside

Sono stati arrestati dai Carabinieri i tre bulli che un mese fa fecero irruzione e aggredirono il preside di una scuola media di Putignano, «colpevole» di aver chiesto spiegazioni a un bambino protagonista di un litigio con un suo compagno. Per il fatto, avvenuto l'11 ottobre scorso, i carabinieri della stazione di Putignano hanno eseguito una ordinanza di arresti domiciliari nei  nei confronti di tre giovani putignanesi: F.N. 18enne, G.G. 18enne e L.M. 22enne (quest’ultimo già agli arresti domiciliari per droga),  tutti già noti alle forze dell’ordine, sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Determinante, per incastrare i tre, sono state le immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza interna all’Istituto Comprensivo “ Minzele- Parini”, consentendo così di documentare l’aggressione.

Tutto sarebbe nato da un litigio fra due studenti della scuola media, avvenuto per futili motivi la mattina di martedì 10 ottobre, fra un ragazzo di prima prima ed uno di seconda.  La madre del più piccolo che aveva avuto la peggio,  la mattina del giorno dopo, all’ingresso a scuola, chiedeva  senza avere alcuna risposta, spiegazioni dell’accaduto al secondo bambino. Quindi, rappresentava il tutto in presidenza.

A distanza di qualche ora, anche la mamma del secondo bambino, probabilmente informata di quanto accaduto quella mattina poco prima, molto indispettita, faceva irruzione nell’ufficio di presidenza ed iniziava ad inveire contro un funzionario presente, lamentando ad alta voce il rimprovero fatto al figlio poco prima e chiedendo insistentemente il nome della donna che aveva avvicinato il proprio figlio minore, perché “avrebbe fatto giustizia da sé”. Non avendo avuto risposta si allontanava dal plesso.

Poco dopo arrivavano tre giovani (quelli arrestati), tra cui il secondogenito della donna che aveva inveito contro la funzionaria e altri due complici. I tre, dopo aver strattonato e spinto una collaboratrice scolastica presente all’ingresso, facevano irruzione nell’ufficio di presidenza e dopo aver aggredito verbalmente il dirigente per cercare di ottenere il nome della mamma che aveva osato avvicinare il loro ragazzo, passavano alle vie di fatto dandole un forte ceffone al viso. Materialmente lo schiaffo veniva dato da più giovane dei tre che, prima di andar via, minacciavano i presenti a non denunciare l’accaduto ai Carabinieri altrimenti ci sarebbero state gravi conseguenze.

Le riprese delle telecamere hanno fatto il resto (i tre peraltro erano stati notati nei pressi della scuola da una pattuglia di Carabinieri): i tre sono accusati di lesioni personali aggravate (riportate dal Preside), anche dal reato di violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Imprenditore fece sparire 1,8 milioni, condannato a Mantova

Imprenditore fece sparire 1,8 milioni, condannato a Mantova

 
PALAZZO DELL'ECONOMIA - La sede della ripartizione Tributi  del Comune di Bari nell'edificio che ospitava l'ex Standa

Rifiuti, case e negozi è l'ora dei pagamenti delle tasse

 
SMALTIMENTO RIFIUTI - Da Roma la richiesta alla Puglia

Rifiuti di Roma, ora ne discuta il Consiglio Regione Puglia

 
Bari, bilancio non approvato, diffida del prefetto. «E Decaro se ne va a Corfù»

Bari, bilancio non approvato, diffida del prefetto. «E Decaro va a Corfù»

 
Stalking, fino a 28 telefonateal giorno: in manette 53enne

Stalking, fino a 28 telefonate
al giorno: in manette 53enne

 
Terlizzi, armati di centralinetentano «sblocco» auto rubata

Terlizzi, armati di centraline
tentano «sblocco» auto rubata

 
Donazione d'organi, al via in Pugliauna serie di iniziative coordinate

Donazione d'organi, in Puglia una serie di iniziative coordinate

 
Francesco Schittulli, chirurgo senologo oncologo e presidente nazionale Lilt

Tumori, Schittulli: cancro sempre più guaribile

 

MEDIAGALLERY

Blitz a Taranto contro gang di narco rapinatori: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

 
Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 
Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

 

LAGAZZETTA.TV

Calcio TV
Buon compleanno "Belfast Boy"

Buon compleanno "Belfast Boy"

 
Mondo TV
"Le nostre vite sono cambiate per sempre"

"Le nostre vite sono cambiate per sempre"

 
Italia TV
Gdf segue 'spallone' e scopre frode da 16 mln

Gdf segue 'spallone' e scopre frode da 16 mln

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 18

Ansatg delle ore 18

 
Spettacolo TV
Nozze in vista per Hugh Grant

Nozze in vista per Hugh Grant

 
Meteo TV
Previsioni meteo per mercoledi', 23 maggio 2018

Previsioni meteo per mercoledi', 23 maggio 2018

 
Economia TV
Sony compra quota di maggioranza in EMI Music

Sony compra quota di maggioranza in EMI Music

 
Sport TV
Nadal a Roma, Re per l'8/a volta

Nadal a Roma, Re per l'8/a volta