Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 05:05

santeramo in colle

Due medici si picchiano al 118
uno subisce la frattura del naso

Guarirà in un mese. La scena al cambio turno davanti ad altri operatori

Due medici si picchiano al 118 uno subisce la frattura del naso

SANTERAMO IN COLLE - Increscioso episodio, ieri mattina, domenica, alla postazione cittadina del 118 di Santeramo, che si trova nel complesso dell’ex ospedale «Monte Iacoviello», in pieno centro cittadino.
Secondo una prima ricostruzione, un medico avrebbe aggredito fisicamente un collega al cambio turno.
Il bilancio? Il dottore che ha avuto la peggio ha riportato la frattura del setto nasale e un trauma cranico. In quelle fasi concitate, gli si sarebbero rotti gli occhiali. È stato ricoverato nell’ospedale Miulli della vicina Acquaviva delle Fonti con una prognosi di trenta giorni.
L’altro protagonista della accesa lite ha pure fatto ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso del Miulli, ma è stato subito rimandato a casa senza ulteriori problemi.
Lo scontro tra i due medici del 118 di Santeramo, dapprima soltanto verbale, è subito diventato fisico. Si è verificato al momento del cambio turno, ieri mattina. Non si conoscono le ragioni del drammatico episodio che a quanto pare sarebbe riconducibile a dissapori preesistenti tra i due professionisti, comunque ricollegabili a incomprensioni o divergenze sul luogo di lavoro.
Alla accesa discussione tra i medici avrebbero assistito alcuni testimoni, in concreto anche loro addetti alla postazione del punto di primo soccorso collocata nell’ex ospedale cittadino di Santeramo in Colle «Monte Iacoviello».
Con ogni probabilità, il referto del pronto soccorso del Miulli sarà trasmesso stamattina, lunedì 13 novembre, ai Carabinieri e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, che dovrebbe aprire un fascicolo d’inchiesta sull’accaduto, allo scopo di accertare eventuali profili di responsabilità penale. Il magistrato inquirente potrebbe decidere di ascoltare i possibili testimoni dell’accaduto.
[franco petrelli]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione