Giovedì 19 Luglio 2018 | 10:02

A Bari

Bloccato in Porto, commerciante
rischia estrazione in Tunisia

L'uomo, campano, non sapeva di essere ricercato per riciclaggio: era socio di minoranza di una società che commercializzava coralli. Per ora stop all'estradizione

porto di Bari

Un imprenditore campano rischia l'estradizione in Tunisia per presunti illeciti commessi quando, anni fa, era socio di una azienda specializzata nella compravendita di coralli. L’uomo, un 71enne della provincia di Avellino, è stato arrestato due giorni fa nel porto di Bari, dove si stava imbarcando per l’Albania in compagnia del figlio, perché destinatario di una richiesta di arresto da parte dell’autorità giudiziaria tunisina risalente all’aprile del 2013, nell’ambito di una indagine di cui fino a questo momento non sapeva nulla.
All’imprenditore, oggi in pensione, si contestano i reati di associazione per delinquere finalizzata a riciclaggio, truffa a falso. L’uomo fino a circa quattro anni fa era socio di minoranza di una società con sede a Tunisi che si occupava di compravendita di coralli ed era tornato definitivamente in Italia nel marzo del 2013.
Il 9 novembre scorso la Polizia di Frontiera gli ha notificato nel porto di Bari la richiesta di arresto ai fini di estradizione e lo ha condotto in carcere. La misura cautelare è stata poi convalidata ma, all’esito dell’interrogatorio nell’udienza dinanzi alla Corte di Appello di Bari per l'eventuale consenso all’estradizione, i giudici hanno disposto la scarcerazione del 71enne, sostituendo la misura con il divieto di espatrio e il sequestro del passaporto, l’obbligo di dimora nel suo Comune di residenza e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
L’imprenditore, difeso dall’avvocato Fabio Schino, si è infatti opposto all’estradizione - tra l’altro non prevista dagli accordi bilaterali fra Italia e Tunisia - e la questione sarà discussa nel merito solo dopo che l’autorità giudiziaria tunisina avrà inviato a Bari gli atti relativi al procedimento penale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Un grattino falsificato la condanna e una «pena» che le ha cambiato la vita

Un grattino falsificato la condanna e una «pena» che le ha cambiato la vita

 
Acquedotto, Pd spaccatotra Comuni e proroga

M5S contro Emiliano
sulle nomine in Aqp

 
Da oggi la Fibronit non c'è più: demoliti gli ultimi muri

La Fibronit non c'è più: demoliti gli ultimi edifici

 
Torre Panoramica

Bari, in arrivo una torre panoramica alta 75 metri

 
Battiti Live

Battiti Live, gran finale a Bari il 29 Gazzetta porta 10 di voi nel backstage

 
Da Bari a Parigi con Air France: 5 voli in più fino a settembre

Da Bari a Parigi con Air France: 5 voli in più fino a settembre

 
Politecnico di Bari da record: «90% dei laureati lavora dopo 3 anni»

Politecnico di Bari da record: «90% dei laureati trova lavoro dopo 3 anni»

 
Palagiustizia

Palagiustizia Bari, le due nuove sedi pronte entro un mese

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS