Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 10:12

Preso dai Cc

Bari, attira la ex, la minaccia
con due pugnali e la violenta:
in cella un professionista

stalking

Prima l'ha attirata in una trappola poi l'ha minacciata con due pugnali. In manette, con l'accusa di atti persecutori e violenza sessuale, è finito un professionista 49enne barese. L'uomo è stato arrestato in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Bari, Francesco Pellecchia, su richiesta del sostituto, Marcello Quercia.

Le indagini sono iniziate il 13 ottobre scorso, quando i Carabinieri di Conversano sono intervenuti in soccorso ad una donna 39enne, di Cassano delle Murge (BA), la quale era stata attirata dal suo ex - con la scusa di un incontro pacificatore - in un uliveto tra Monopoli e Conversano, dove è stata picchiata e minacciata con due pugnali di notevoli dimensioni (15 cm).
L’intervento dei militari ha consentito di mettere in salvo la donna e di sequestrare i due coltelli abbandonati dall’uomo durante la fuga. A quel punto la donna ha sporto denuncia ai Carabinieri, ai quali ha raccontato che da oltre 3 mesi era vittima di minacce, molestie e violenze ad opera dell’ex compagno, che non si rassegnava alla fine della loro relazione, tanto che, lo scorso mese, dopo averla invitata ad un incontro chiarificatore a Taranto, aveva anche abusato sessualmente di lei.

Le prime ricerche dell’uomo, svolte nell’immediatezza dai Carabinieri, davano esito negativo, atteso che lo stesso si era reso irreperibile, abbandonando sia il domicilio a Bari che una seconda abitazione a Taranto. Tuttavia la donna ha continuato a notarlo più volte, mentre si aggirava sotto la sua abitazione.
Grazie a queste segnalazioni, ed ai riscontri eseguiti dai Carabinieri sulla scorta della denuncia presentata dalla vittima, ieri mattina, i militari hanno hanno rintracciato e arrestato a Cassano lo stalker.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione