Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 17:57

Traffico di droga

Bari, maxisequestro di hashish
sequestrati 400 chili da Gdf

Recuperati anche 40 chili di marijuana: una persone è stata arrestata

Bari, maxisequestro di hashishsequestrati  400 chili da Gdf

foto d'archivio

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari hanno sequestrato oltre 400 chilogrammi di hashish e circa 40 chilogrammi di marijuana per un valore sul mercato di oltre 1,5 milioni di euro. Un 52enne del Tarantino, Mario Matera, bracciante agricolo con precedenti tra cui la diffusione di banconote false, è stato arrestato: l'uomo era alla guida di un furgone che procedeva a velocità sostenuta ed a luci spente sulla Strada Provinciale 65 Casamassima - Conversano ed è stato intercettato dai militari.

L’uomo era alla guida di un furgone di un’azienda agricola ma procedendo sulla strada provinciale 65 Casamassima-Conversano, all’alba di ieri, in prossimità di un rondò non ha rispettato una precedenza guidando, peraltro, a fari spenti. I militari della Guardia di finanza gli hanno intimato l’alt e, insospettiti dal nervosismo dell’uomo, hanno proceduto ad un controllo del mezzo, trovando a bordo del furgone 5 kg di hashish e 1 di marijuana occultati in taniche di diserbanti; addosso all’uomo sono stati recuperati 1000 euro. Quindi è stato Matera stesso a indicare dove i militari avrebbero potuto trovare il resto della droga in suo possesso: in un capanno per gli attrezzi dell’azienda agricola di Castellaneta marina proprietaria del furgone. Qui è stato sequestrato un ingente quantitativo di droga, 440 chili tra cui uno di eroina, confezionato in vario modo.

La droga era in ovuli, in balle, in buste sottovuoto e confezionata in altre diverse modalità. Nell’azienda agricola i cui proprietari, ignari di tutto, avevano dato occupazione all’uomo, sono stati trovati, inoltre, 30mila euro in contanti e una macchinetta conta soldi nascosta tra i filari dell’uva. Indagini che ora proseguono per verificare: eventuali contatti dell’uomo con la criminalità organizzata barese, scambi di favori tra i gruppi criminali riguardo l’approvvigionamento della droga e sullo studio delle nuove rotte di sbarco della droga che dall’Albania ora approda sulle coste del centro Italia.

«Dai dati del comando regionale riguardanti il periodo gennaio-settembre 2017 - ha reso noto il comandante provinciale della Gdf, Nicola Altiero - emerge che in Puglia si sequestra l'80% delle droghe leggere dell’intera attività che la Guardia di finanza sviluppa sul territorio; vale a dire 30 tonnellate. Un quantitativo che risulta triplicato rispetto all’analogo periodo dello scorso anno».

Sono in corso investigazioni, coordinate dalle Procure della Repubblica di Bari e Taranto ed affidate al Gico, per ricostruire i canali e le dinamiche di approvvigionamento dell’hashish e della marjuana, di ottima qualità, confezionato in balle da circa 30 kg cad. e in “ovuli”, circostanza che lascia ritenere diverse tipologie di clientela.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione