Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 10:18

il campo era area comune

Le armi in giardino
non erano sue
assolto 47enne di Modugno

armi trovate in giardino a Modugno

BARI - Il gup del Tribunale di Bari Valeria La Battaglia ha assolto «per non aver commesso il fatto» dall’accusa di detenzione illegale di armi clandestine e munizioni il 47enne di Modugno Francesco Calabrese. L’uomo fu arrestato in flagranza dai Carabinieri di Modugno il 27 aprile 2016 perché, durante una perquisizione nel giardino antistante la sua abitazione, a ridosso della ferrovia, furono trovate in un borsone nascosto sotto terra due mitragliette e una pistola oltre a decine di cartucce. Calabrese, con piccoli precedenti per reati fiscali, fu rimesso in libertà dopo alcuni giorni in carcere e ha poi scelto di essere processato con il rito abbreviato.
Il giudice ha accolto la tesi difensiva, sostenuta in aula dal legale Sonia Mascia Cavalera, secondo la quale quelle armi non erano sue. Dai successivi accertamenti è emerso, infatti, che quel giardino non era di pertinenza esclusiva della casa di Calabrese ma condominiale e, comunque, privo di recinzione dal lato della ferrovia e quindi accessibile a chiunque.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione