Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 23:27

Carbonara, operatori in difficoltà tra sicurezza, igiene e box ormai fatiscenti

«Mercato di via Vaccarella
privo di igiene e sicurezza»

«Mercato di via Vaccarella privo di igiene e sicurezza»

di Ninni Perchiazzi

BARI - Mercato coperto di Carbonara: è l’ora delle polemiche, ma anche delle soluzioni e degli interventi riparatori. A denunciare problemi relativi a organizzazione, sicurezza e igiene è il consigliere comunale di opposizione, Fabio Romito (Gruppo misto-Dit), che nei giorni scorsi si è recato di persona nell’area mercatale, al fine di rendersi conto della situazione.

«Mi è bastato fare un giro per constatare la presenza di sporcizia un po’ ovunque, a cui si aggiunge una puzza di fogna che rende irrespirabile l'aria», racconta il consigliere di opposizione nel lamentare la presenza di lacune anche sotto l’aspetto della sicurezza dell’area mercatale.

«Le telecamere per la videosorveglianza sono di fatto assenti, mentre i plexiglas ormai rotti fanno entrare acqua nelle strutture e nei box gestiti dagli operatori mercatali, in alcuni casi fino ad allagarli», racconta, puntando l’indice contro l’insostenibilità dei «continui furti che hanno messo in ginocchio gli operatori».

Una situazione di degrado, che a quanto pare avrebbe avuto «effetti deleteri» su tutto il mercato al servizio di Carbonara, Ceglie e Loseto. «Siamo di fronte a decine di operatori lasciati al loro destino, cittadini residenti ormai disperati e investimenti praticamente azzerati», tuona ancora il consigliere di opposizione, non senza tornare a descrivere «il desolante scenario dell’area mercatale».

«Ormai quel luogo è un’oasi nel deserto - spiega Romito -, con box vuoti o abbandonati e i pochi superstiti scontenti, ma soprattutto alle prese con grandi difficoltà».

E aggiunge, sollecitando l’interessamento dell’amministrazione comunale, «che ha dimenticato la storica ex frazione». «C'è bisogno di interventi immediati e risolutivi, perché Carbonara merita attenzione e gli operatori mercatali devono poter lavorare in condizioni dignitose e sicure», dice ancora, non senza riservare un attacco diretto a Palazzo di Città.

«La vicenda del mercato coperto di Carbonara certifica l’ennesimo flop di questa giunta guidata dal sindaco Antonio Decaro», asserisce il giovane consigliere comunale.

«Il sopralluogo che ho effettuato al mercato di Carbonara - conclude polemico - certifica ancora una volta il degrado in cui questa amministrazione comunale lascia le periferie e le zone meno vip di Bari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione