Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 09:24

raddoppiati gli scali nel 2017

Crocieristi a Bari
«amore» sempre più stretto

costa crociere

L’estate finisce ma i crocieristi non ci lasciano, anzi quest’anno li vedremo in giro per la città anche il giorno della vigilia di Natale. Forse sceglieranno di fare shopping nella nuova via Sparano che, se non sarà ultimata, almeno dovrebbe mostrare tutti e sei i salotti tematici completi. Il sindaco ha promesso questo regalo ai baresi e non solo per il giorno della festa liturgica di San Nicola e quindi forse potremo mostrare la nuova immagine della via principale della città anche a tutti i turisti che, quest’anno per il primo anno, continueranno ad attraccare al porto fin dopo l’Epifania.
Non tutti certamente sceglieranno di restare in città, qualcuno magari penserà di passare il giorno della vigilia nel presepe naturale dei trulli di Alberobello o in qualcuna delle altre perle dell’hinterland barese sempre tappa di escursioni ma le immagini dell’area metropolitana addobbata a festa comunque gireranno un po’ più per il mondo in una veste inedita e non solo estiva.
La Costa nel 2017 ha raddoppiato gli scali. Dai 37 del 2016 ai 73 di quest’anno che diventeranno 100 nel 2018.

Nel mese di settembre ci lasciano due navi, di quelle con il comignolo giallo che ormai fanno parte integrante delle foto cartolina del lungomare barese: la Deliziosa, che per tutta l’estate ha fatto tappa a Bari arrivando da Venezia, con il suo carico di turisti del Nord Italia e Nord Europa, e la NeoClassica che invece ha portato a Bari con i charter una prevalenza di turisti francesi e spagnoli. Quella che arriva adesso è la Luminosa, ogni domenica a partire dall’8 ottobre e fino al 7 gennaio, quindi, guardando il calendario, anche il 24 e 31 dicembre. Il 7 gennaio sarà il giorno dei crocieristi extralusso, perché lo scalo speciale, in arrivo da Venezia, è la seconda tappa di un giro del mondo di circa tre mesi.

Sempre a cura Costa, nel prossimo inverno sono previsti voli speciali dall'aeroporto di Bari diretti ai Caraibi e Dubai che uniti ai nuovi scali del 2018 (praticamente febbraio sarà l’unico mese di sto) porteranno un buon incremento economico turistico a tutta l’area metropolitana e alla regione.

Intanto il 13 settembre con il taglio della lamiera in un cantiere Finlandese, è iniziata la costruzione di Costa Smeralda, prima nave da crociera alimentata a gas naturale liquefatto.
Costa Smeralda, con una stazza lorda di oltre 180.000 tonnellate, più di 2.600 cabine per un totale di circa 6.600 passeggeri, entrerà in servizio nell’ottobre 2019, una sua gemella entrerà in funzione nel 2021.
Entrambe le navi Costa saranno alimentate sia in porto che in mare aperto con LNG, il combustibile fossile più “pulito” al mondo. Il gas sarà immagazzinato in appositi serbatoi a bordo delle navi e utilizzato per produrre il 100% dell’energia necessaria alla navigazione e ai servizi di bordo. L’utilizzo di LNG sarà una grande innovazione in termini di impatto ambientale, perché consentirà di ridurre in maniera molto significativa le emissioni di gas di scarico, in particolare quelle di zolfo (SO2), di azoto (NO2), di CO2 e particolato.

Le nuove navi Costa a LNG saranno un'opportunità per l'Italia anche in termini di occupazione. Secondo le previsioni di Costa Crociere, circa 750 italiani saranno assunti per prendere servizio su Costa Smeralda e la sua gemella. Faranno parte di un piano di crescita del personale recentemente annunciato, che prevede 4.500 nuove assunzioni di personale di bordo italiano entro il 2022 da parte del Gruppo Costa e della sua società madre Carnival Corporation & plc.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione