Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 23:20

due progetti

Aqp: 22 mln per fruibilità
Pane e Pomodoro a Bari

Pane e Pomodoro chiusaa Ferragosto per liquamima il divieto è ignorato

BARI - Acquedotto Pugliese ha in corso due differenti progetti, per un importo complessivo di oltre 22 milioni di euro che permetteranno in futuro il definitivo superamento delle problematiche relative alla commistione delle acque nere (provenienti dalle abitazioni) e delle acque piovane, che in caso di pioggia non consentono la fruibilità della spiaggia di Pane e Pomodoro a Bari. Lo afferma in una nota Aqp riferendosi alle polemiche di questi giorni e relative al divieto di balneazione esistente a Pane e Pomodoro.

Il primo progetto riguarda - prosegue il comunicato - la eliminazione delle interferenze dirette di fognatura nera con il canale «Picone» in varie vie del comune di Bari; il secondo la rivisitazione complessiva delle reti fognanti dei quartieri Carrassi, Picone e Madonnella.

Il primo progetto ha per obiettivo la sostanziale riduzione della commistione tra il sistema fognario nero e quello bianco. I lavori previsti mirano sostanzialmente ad eliminare tutte quelle interferenze dirette tra la fognatura nera e il canale "Picone», dovute a rotture (verificatesi a seguito dell’obsolescenza delle reti) dei setti in calcestruzzo presenti nei pozzetti di ispezione che dividono di fatto le acque nere dalle bianche, favorendo l’ingresso delle prime nelle seconde. Lo stesso intervento è previsto per i setti dei pozzetti sifonati. Saranno anche eliminate immissioni dirette causate da variazione di tracciati di tronchi fognari e da allacci realizzati nel tempo passato ed impropriamente recapitanti nel canale «Picone».

Nell’eventualità di sovraccarichi della rete nera, si potrà comunque, verificare, seppure in maniera ridotta, il fenomeno dello stramazzo di acque nere nella fogna bianca. Tale evenienza è legata alla struttura della rete di Bari risalente agli anni '60 del secolo scorso. Il progetto ha un costo complessivo di 2,275 milioni. E’ stato appaltato e la gara è in fase di aggiudicazione.
Il secondo progetto, a più ampio respiro, riguarda in maniera più strutturata la rivisitazione delle reti fognanti a servizio dei quartieri Carrassi, Picone e Madonnella, con la modifica delle dimensioni e dei percorsi di alcune dorsali della rete di fognatura comprese tra lo stesso «Picone» e i collettori «Alto" e «Matarrese».

Questo progetto, dell’importo di 20 milioni, si prevede che possa essere appaltato entro la fine dell’anno, non appena acquisiti i relativi pareri ed autorizzazioni e permetterà il definitivo superamento della promiscuità delle reti bianca e nera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione