Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 22:10

Arrestata una donna

Casamassima, ruba 30 vestiti
e usa una borsa «schermata»

La 19enne aveva disattivato le placche antitaccheggio asportando merce per circa 900 euro

galleria commerciale

Entrava e usciva dal camerino di un negozio del centro commerciale di Casamassima per «disattivare» le placche antitaccheggio dai vestiti e trasformare la sua borsa «schermata» in un piccolo negozio ambulante con ben 30 vestititi: una 19enne di origini romene ma residente a Capurso, è stata arrestata dai Carabinieri, informati dal personale di vigilanza.

Giunti sul posto, i militari hanno accertato che la donna, dopo aver abilmente disattivato  ben 30 dispositivi antitaccheggio, poi tutti occultati all’interno di una borsa schermata, si era appropriata di numerosi capi di vestiario per un valore commerciale di 900,00 euro. Ad accorgersi di tutto ciò è stato un addetto alla sicurezza che aveva notato la donna aggirarsi con fare sospetto tra la merce in esposizione, entrando ed uscendo più volte dai salottini prova, per poi, con indifferenza, uscire frettolosamente dal negozio.

Per questo suo comportamento sono stati allertati i militari della locale Stazione Carabinieri che hanno recuperato la refurtiva, subito restituita al negozio ed hanno arrestato la giovane donna. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stata posta agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione