Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 19:36

terrorismo

Iracheno interrogato
atti secretati a Bari

Digos, Polizia

BARI - E’ stato interrogato per quasi tre ore nell’ambito di un’indagine dell’Antimafia barese per terrorismo internazionale Majid Muhamad, il 45enne iracheno arrestato il 7 dicembre scorso dalla polizia per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
Ieri pomeriggio, nel carcere di Bari, il pm Roberto Rossi con agenti della Digos hanno sottoposto il 45enne - assistito dagli avvocati Massimo Roberto Chiusolo e Marco Vignola - ad un interrogatorio investigativo, che è stato secretato.

«Ha risposto serenamente a tutte le domande - ha commentato l'avvocato Vignola - chiarendo molti lati bui della questione». A quanto si apprende, il presunto terrorista avrebbe risposto a domande sul contenuto di alcune intercettazioni telefoniche e sui contatti con vecchie conoscenze del cosiddetto 'gruppo di Parma', ritenuto vicino alla cellula jihadista di Ansar Al Islam, accusata di fornire supporto logistico a foreign fighters.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione