Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 05:37

l'evento

G7 a Bari, nessun coprifuoco
Uffici pubblici restano aperti

G7 a Bari, nessun coprifuoco Uffici pubblici restano aperti

di FRANCESCO PETRUZZELLI

Per ora nessun coprifuoco in vista per le pubbliche amministrazioni. Uffici e sportelli regolarmente attivi nelle stesse ore nelle quali i Grandi della Terra discuteranno di crescita e di economia nelle sale del Castello Svevo.

Sembra cadere nel vuoto l’appello delle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil, Salfi, Flp e Usb di Bari che nelle scorse ore hanno lanciato un appello al prefetto: chiudere gli uffici pubblici nelle giornate dell’11, 12 e 13 maggio per questioni legate alla sicurezza, al rischio attentati e alle difficoltà logistiche dei dipendenti nel raggiungere i posti di lavoro. Dalla Prefettura non è arrivata alcuna indicazione, ma diverse amministrazioni hanno già deciso: si lavora regolarmente. È il caso ad esempio del Comune di Bari che, da tradizione, si fermerà solo per la festa patronale di lunedì 8 maggio. Ma niente da fare per la tre giorni internazionale. «I nostri uffici resteranno aperti garantendo un servizio pubblico. Non ci sono ragioni per adottare un provvedimento di chiusura così straordinario ed eccezionale» taglia corto il direttore generale di Palazzo Città, Davide Pellegrino. Insomma, in quelle 72 ore di fuoco ai cittadini non sarà inibito l’accesso a uffici e sportelli. Con un’unica raccomandazione: spostarsi con i mezzi pubblici visto che il cuore della macchina amministrativa del Comune insiste proprio in una delle zone di «massima sicurezza» del G7 delle Finanze.

i preparativi Sono ore febbrili per gli ultimi dettagli della macchina organizzativa. Nelle scorse ore era stata anche ipotizzata una maratona mattutina nella giornata del 12 sul lungomare riservata ai rappresentanti delle delegazioni, con in testa il sindaco Antonio Decaro. Ma l’evento è poi sfumato per questioni legate alla sicurezza. Quella sicurezza ormai portata al livello di massima allerta con blocchi e barriere di cemento spuntati ai varchi di Bari vecchia e davanti al teatro Petruzzelli, vestito a festa per il concerto inaugurale di giovedì sera alle 19 e 30.

Grandi manovre anche per i cantieri. Da ieri mattina operai al lavoro per rimuovere le recinzioni e i bagni chimici dell’area di stoccaggio di via Sparano realizzata in piazza Umberto. Sulla strada dello shopping resteranno solo delle transenne sul primo isolato, tra corso Vittorio Emanuele e via Piccinni. Via anche il cantiere dei giardini Isabella D’Aragona, proprio ai piedi del Castello.

I doni Sarà la sacra manna di San Nicola a simboleggiare nel teatro Petruzzelli il passaggio di consegne del G7 dall’Italia al Canada. E sarà donata dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan al collega William Morneau. Meno religiosi gli altri doni, messi a disposizione da diversi sponsor. Per i capi delegazione sono previste cravatte Boggi, mentre per le signore borse realizzate dalle detenute e cesti di orecchiette che sabato 13 saranno distribuiti durante la passeggiata tra i vicoli di Bari Vecchia. Nella lista degli omaggi non mancano altre specialità, come i confetti Mucci, le bottiglie di Aglianico Tormaresca Antinori e i pumi pugliesi in ceramica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione