Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 07:21

Lavori urgenti per i bagni in Prefettura

Disabili e G7 a Bari
corsa contro il tempo

Disabili e G7 a Baricorsa contro il tempo

Il ministro tedesco delle Finanze Wolfgang Schäuble

di Francesco Petruzzelli

BARI - Misure di sicurezza rafforzate, livello di guardia altissimo e inevitabili restrizioni alla viabilità. Con una grande zona rossa - ma ancora da definire - dal lungomare Vittorio Veneto (all’incrocio con via Brigata Regina) sino a Est, verso il ponte di via Di Vagno. E scuole e asili chiusi per tre giorni nei quartieri Murat, San Nicola e Libertà e lungo le direttrici dei flussi in entrata e in uscita. Continuano a Bari i frenetici preparativi del G7 delle Finanze, il summit internazionale che dall’11 al 13 maggio porterà in città i Grandi della Terra per parlare di economia, sviluppo e crescita.

Domani è previsto un ennesimo vertice in Prefettura per iniziare a stabilire con precisione i percorsi delle delegazioni internazionali e il piano traffico che inevitabilmente determinerà disagi e variazioni. Da settimane infatti mezza città si interroga sui divieti e sulla possibilità di muoversi in centro, mentre i commercianti attendono indicazioni sulla necessità o meno di tenere le serrande abbassate per il rischio black bloc e cortei di protesta. Contro il rischio terrorismo invece si procederà con l’ausilio di droni e con la sospensione del trattato di Schengen, dal 10 al 30 maggio. In sostanza, i controlli in stazione, porto e aeroporto non saranno a campione ma capillari e riguarderanno tutti, anche i passeggeri provenienti da uno dei Paesi aderenti.

Massiccio il numero dei reparti delle forze dell’ordine, mentre sono già in agitazione gli agenti di polizia municipale che da settimane, con una nota delle sigle sindacali inviata al Comune, chiedono garanzie su compiti da svolgere, risorse, mezzi e dispositivi di protezione individuale. Ma sono anche giorni di intenso lavoro sul fronte dell’accoglienza e del cerimoniale. Gli allestitori del G7 ed emissari del Governo effettuano costantemente sopralluoghi e verifiche per preparare al meglio l’accoglienza negli spazi scelti per la tre giorni.

Grandi manovre sono in corso nel Castello Svevo, dove già dall’11 mattina sono previste le prime riunioni dei delegati. Si lavora su ogni minimo dettaglio con manutenzioni, collaudi, tinteggiature e diserbamento. Ogni sala e spazio saranno tirati a lucido per l’arrivo degli importanti ospiti stranieri. Lavori in corso anche nel palazzo della Prefettura. Qui, al secondo piano, gli operai sono alle prese con l’adeguamento dei servizi igienici ai diversamente abili. Nella delegazione internazionale infatti c’è il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble, costretto sulla sedia rotelle. Non a caso sin da subito e nei primissimi sopralluoghi rappresentanti tedeschi e governativi hanno chiesto garanzie sull’assenza di barriere architettoniche e sulle eventuali correzioni.

Il G7 si aprirà di fatto la sera dell’11 maggio con una cerimonia di benvenuto, un aperitivo e un concerto nel teatro Petruzzelli. Dopo la tradizionale foto di famiglia, è prevista una cena nel palazzo della Prefettura e subito dopo, dalla terrazza dell’hotel che ospiterà i ministri per la durata del vertice, le delegazioni potranno assistere ad un breve spettacolo di fuochi pirotecnici sul mare. L’indomani, le riunioni e la prima sessione del vertice si terranno nella sala Bona Sforza del Castello. Nel pomeriggio invece le delegazioni partiranno alla volta di Matera per una breve visita tra i Sassi della Capitale Europea della Cultura 2019. Sabato 13 invece riflettori di nuovo su Bari per le ultime sessioni di lavoro e per la conferenza stampa finale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione