Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 23:29

la FESTA PATRONALE

San Nicola a mare
tre nuove barche

Anche gli armatori De Giglio al sorteggio di fine mese

San Nicola a mare  tre nuove barche

di ANNADELIA TURI

«Domenica Madre» dell’armatore Saverio De Giglio, «Elena» e «Nuova Chiara» dei fratelli De Giglio. Sono i tre nuovi motopesca baresi che quest’anno hanno deciso di partecipare al sorteggio del 28 aprile prossimo per la selezione delle due imbarcazioni che porteranno rispettivamente la statua e il quadro di San Nicola a mare.

L’evento rientra nell’ambito delle iniziative della sagra nicolaiana dei festeggiamenti di maggio in onore del santo. La presentazione ufficiale è avvenuta nel corso di una riunione alla quale hanno partecipato il priore, rettore della Basilica padre Ciro Capotosto e il coordinatore del Comitato San Nicola, Matteo Siciliano.

Il sorteggio, come di consueto, si svolgerà nel corso della celebrazione eucaristica presieduta dal priore della Basilica. Un evento che, come ogni anno, mette insieme fede, tradizioni ma soprattutto devozione al santo: protettori dei baresi, dei marinai e amante dei forestieri. «Abbiamo deciso di partecipare a questo sorteggio – spiega uno dei fratelli De Giglio - perché l’anno scorso abbiamo vissuto in mare delle fortissime emozioni stando al fianco della statua che era stata sorteggiata per portare la statua. Quel giorno abbiamo promesso a San Nicola che l’anno successivo avremmo partecipato al sorteggio e oggi, quindi, eccoci qui per vivere anche noi questo sorteggio con grande entusiasmo. Per noi sarà un grande onore portare la statua o il quadro perché la devozione nei confronti del santo è immensa. I nostri genitori sono originari di Bari vecchia e da sempre avvertono la vicinanza al santo. Speriamo che una delle nostre imbarcazioni sia sorteggiata perché per noi sarà un grande atto di fede nei confronti del vescovo di Myra. Certo, ci rendiamo conto che abbiamo poca esperienza, ma siamo sicuri che gli armatori veterani sapranno darci le giuste indicazioni per organizzare tutto al meglio. Oggi ci hanno spiegato - continua l’armatore - che se una delle nostre imbarcazioni sarà sorteggiata per portare la statua spetterà a noi organizzare anche tutte le processioni della statua a terra. Anche su questo fronte ci sentiamo un po’ impreparati ma siamo sicuri che gli armatori storici, i responsabili della Basilica e del Comitato San Nicola saranno in grado di sostenerci per amore del santo».

A confermarlo è Giuseppe Pupillo, armatore del motopesca Nicolaus. «Sinceramente abbiamo perso il conto delle volte nelle quali siamo stati sorteggiati sia per la statua, sia per il quadro – spiega l’armatore – perché partecipiamo mettendoci cuore, anima, fede e passione. Ogni anno ci penso mille volte prima di partecipare ma alla fine non riesco mai a rinunciare. È come se San Nicola mi spingesse a partecipare. Vedere la statua a bordo dell’imbarcazione è un’emozione unica, ti scendono le lacrime perché è una sensazione fortissima soprattutto se penso che sono in tanti a voler vivere queste emozioni al posto mio. Mi sento quindi prescelto, forse perché lo desidera San Nicola. Aiutare i nuovi armatori se saranno sorteggiati? Certamente lo farò, soprattutto nell’organizzazione delle processioni a terra. Ci vuole tanta esperienza che sicuramente metterò al servizio dei neofiti per organizzare al meglio i festeggiamenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione