Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 07:35

ville, locali, appartamenti e terreni

Al Comune di Bari
assegnati 76 immobili
sequestrati alla mafia

prefettura di Bari

BARI - Nella sede della Prefettura di Bari, alla presenza del Prefetto di Bari Marilisa Magno e del Prefetto Umberto Postiglione, direttore dell’Agenzia nazionale per la destinazione dei Beni sequestrati e confiscati alla mafia (Anbsc), si è svolta la conferenza dei servizi per l'acquisizione al patrimonio comunale dei beni confiscati alla mafie nel territorio pugliese. All’incontro hanno partecipato tutti i delegati dei Comuni destinatari dei beni confiscati.
Con la firma della manifestazione di interesse al Comune di Bari, si legge in una nota dell’ente locale, sono stati assegnati 76 beni tra cui ville, locali, appartamenti e terreni, per i quali l’assessore comunale al Patrimonio, Vincenzo Brandi, ha condiviso con il Direttore dell’Agenzia la possibile destinazione individuata per ognuno di essi.

Nello specifico il direttore dell’Agenzia «ha apprezzato alcune scelte di destinazione compiute dall’amministrazione comunale di Bari rispetto ad alcuni beni confiscati - sai legge nella nota - come l’affidamento del terreno in via Camillo Rosalba all’associazione 'Agebeo e amici di Vincenzo Onlus', sul quale nascerà un Centro di accoglienza per le famiglie dei bambini ricoverati nei reparti ospedalieri emato-oncologici, per la riqualificazione e l’assegnazione in emergenza abitativa di strutture che hanno consentito a 10 nuclei familiari di ottenere un’abitazione e per l’affidamento di ulteriori strutture ad associazioni operanti sul territorio che nei prossimi mesi saranno aperte alla città attraverso svariate attività».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione