Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 09:51

Dal litorale di Bohigas a Mola al consolidamento della costa di Polignano

Lungomare di Terra di Bari
31 milioni per le prime idee

di Ninni Perchiazzi

BARI - Un lungomare unico da Molfetta a Monopoli. Nasce il «waterfront» della Terra di Bari grazie al «Patto per la Città metropolitana», che dopo la firma di maggio scorso (suggellata dai panzerotti) tra il sindaco Decaro e l’allora premier Renzi, mette in gioco i primi 31 milioni.

Si parte quindi con la realizzazione del lungomare metropolitano destinato a diventare un tutt’uno con la grande rete di parchi urbani sulla Murgia sino a Lama Balice, nell’ottica della ricucitura del rapporto tra i centri urbani e la costa, dando magari continuità alle politiche di rigenerazione del paesaggio urbano costiero.

Numerosi gli interventi di riqualificazione del litorale destinati ai sei Comuni costieri dell’area metropolitana: Molfetta, Giovinazzo, Bari, Mola, Polignano e Monopoli. L’idea di base è creare, sulla base di una strategia condivisa, un parco progetti, così, ciascuna municipalità ha già individuato ulteriori interventi da realizzarsi, oggetto di una successiva progettazione diretta dalla Città metropolitana. Ecco gli interventi finanziati e proposti.

Molfetta - Riqualificazione piazza Madonna dei Martiri e aree limitrofe per 2,5 milioni. Concorso di progettazione futuro: il Comune intende sviluppare il progetto relativo al Museo della Marineria e della cantieristica navale all’interno dell’area dei cantieri navali del lungomare di ponente.

Giovinazzo - Totale finanziamenti 2,1 milioni così distribuiti: 500mila euro per la riqualificazione della villa comunale, 500mila destinati al recupero del convento Sant’Agostino da adibire a Casa delle culture, 600mila euro per la realizzazione del Centro recupero tartarughe marine e Museo del mare con annesse aree a parcheggio e infine 500mila euro per il percorso ciclopedonale tra lungomare di levante, polo culturale di Sant’Agostino e polo sportivo della zona «167».

Concorso di progettazione: definizione del masterplan del lungomare e focus sul riuso degli edifici pubblici destinati a studi sull’ecosistema marino.

Mola - Due milioni per la riqualificazione targata Bohigas del fronte mare lato nord. Progettazione: revisione del masterpan del fronte mare e valorizzazione degli edifici di mercato ittico ed ex mattatoio a sud.

Polignano - Stralcio del consolidamento di largo Ardito e sottostante cavità marina: 5 milioni. Progettazione: studio collegare museo Pino Pascali e largo Ardito attraverso una passeggiata a mare.

Monopoli - Completamento di palazzo Martinelli già adibito a Museo del Mare: 3,5 milioni. Progettazione: masterplan del waterfront della città storica che comprende Castello, biblioteca comunale, palazzo Martinelli.

Bari - Gli interventi finanziati per 16 milioni riguardano il concorso di progettazione per la riqualificazione di molo San Nicola, molo Sant’Antonio e lungomare Imperatore Augusto fino a Santa Scolastica, nonché il progetto di collegamento delle spiagge di Torre Quetta e Pane e Pomodoro e la rigenerazione di San Cataldo.

Come detto, i Comuni sono interessati a sviluppare progetti di rilevanza strategica nell’ambito del «waterfront metropolitano» grazie anche alla possibilità (sempre nell’ambito del Patto per Bari) di accedere ai finanziamenti del fondo di rotazione. Un ulteriore opportunità da non sprecare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione