Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 04:59

In Largo Albicocca a Bari

Distrutti i nuovi arredi
della «piazza dell’amore»

Una manovra di un automobilista maldestro o la ritorsione di chi non sa più dove parcheggiare l'auto?

Distrutti i nuovi arredi  della «piazza dell’amore»

di FRANCESCO PETRUZZELLI

BARI - Forse un dispetto per l’impossibilità di parcheggiare. O semplicemente la manovra sbagliata di qualche auto che ha colpito in pieno il vascone centrale. In quella parte dedicata alla sosta dei passanti all’ombra dell’ulivo pugliese e con i profumi delle essenze aromatiche dell’orto urbano. Archiviata la festa di San Valentino, arrivano i primi danni, causati da ignoti, a carico degli arredi installati da Ikea per la riqualificazione di largo Albicocca, a Bari vecchia, la piazzetta (con tanto di cerimonia) dallo scorso 14 febbraio dedicata ufficialmente agli innamorati. Un angolo di pace e di buoni sentimenti ma che da queste parti ha creato più di una protesta, come già raccontato dalla Gazzetta nell’edizione di domenica scorsa. Perché arrivate le installazioni sono state sfrattate le auto dei residenti (ma non solo) ora alla disperata ricerca di nuovi parcheggi. Spesso con soluzioni non proprio ideali, come in via Bianchi Dottula e stradine attigue, dove da qualche giorno le auto vengono lasciate persino davanti alle abitazioni bloccando ingressi e finestre. Insomma, una situazione incandescente ora sfociata in questo danneggiamento che deturpa la magica atmosfera di una settimana fa, con i balconi addobbati a festa, le luci a led e la targa celebrativa dedicata alle coppie.

Il Comune correrà comunque ai ripari per evitare l’ingresso delle auto e per inibire la sosta davanti alle abitazioni. «Saranno installati entro marzo otto dissuasori nella zona, sei in pietra e due pilomat a scomparsa» dice l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso, rispondendo all’interrogazione orale di due sere fa in consiglio comunale durante la seduta di question time. «Ho presentato io l’interrogazione perché è necessario tutelare le installazioni di questa nuova area pedonale e al tempo stesso tutelare la serenità di tutti i residenti, garantendo il diritto di accedere alla propria abitazione senza alcun ostacolo. Inoltre, il Comune deve trovare delle soluzioni logistiche per preservare tutte le aree pedonali dell’intero centro storico» spiega il consigliere comunale Francesco Giannuzzi (lista Decaro sindaco). «Certo – aggiunge - amareggia questo primo danneggiamento. Evidentemente qualche auto, che lì non poteva transitare, ha sbagliato a fare manovra. Mi recherò personalmente per un ennesimo sopralluogo e per parlare con i residenti». Largo Albicocca infatti è stato di fatto affidato simbolicamente alla custodia dei residenti, coinvolti nelle scorse settimane in diverse iniziative. Sono proprio loro, dopo il rifacimento dei tendaggi a balconi e finestre con colori e fantasie tipicamente svedesi, i gestori degli orti urbani, con l’impegno di coltivarlo e di dividerne il raccolto. Un sistema per fare rete e per responsabilizzare la piccola comunità, al fine di scoraggiare vandali, malintenzionati e disturbatori seriali. Ma evidentemente qualche automobilista un po’ distratto o un po’ arrabbiato non ha gradito l’improvvisa perdita del posto auto.

Intanto, largo Albicocca continua a far parlare la Rete e ad attirare tantissime coppie di innamorati. Anche se non manca qualche velata protesta. «Nel centro storico non c’è alcun cartello o segnale che indichi il percorso per arrivare a destinazione» scrive qualche cittadino sulla bacheca Facebook del sindaco Decaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione