Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 16:08

CRIMINALITà

Bitonto, Sos rapine
tre in soli due giorni

I dipendenti di un panificio si sono chiusi nel retro

Bitonto, Sos rapine tre in soli due giorni

di Enrica D’Acciò

BITONTO - Una nuova ondata di rapine in città ai danni delle attività commerciali: tre in tre giorni, confermano le forze dell’ordine.

L’ultima è stata messa a segno nella serata di giovedì, nella panetteria, con annesso laboratorio artigianale, di via Quorchio, alle spalle della stazione della Ferrotramviaria. Secondo quanto riferito dagli agenti del commissariato, intervenuti sul posto, i rapinatori erano due, incappucciati, arrivati in zona a bordo di uno scooter poco prima della 20,30. Il personale in servizio li ha visti arrivare e, temendo violenza, si è nascosto nel retrobottega.

I malviventi, così, hanno avuto modo di portare via la cassa senza che nessuno opponesse resistenza. Subito dopo, sono scappati verso via Molfetta. Il bottino ammonta a circa 200 euro. Dopo il colpo, gli uomini della Polizia, guidati dal dirigente del commissariato Sante Mennea, hanno acquisito le immagini dei circuiti di sorveglianza della zona per avere indicazioni più precise sui rapinatori e sui loro movimenti. Le indagini sono in corso e si intrecciano con l’attività investigativa su altri due colpi messi a segno negli ultimi tre giorni in città.

Li ricostruiamo. Mercoledì sera, assalto in un notissimo negozio di alimentari in via De Ilderis. Anche in questo caso, i banditi, due, armati e incappucciati, sono arrivati in zona in scooter proprio all’ora di chiusura, si sono fatti consegnare poche banconote e sono scappati.

Stesso copione il giorno prima, martedì, ai danni di un bar in via Ammiraglio Vacca.

L’ipotesi su cui lavorano le forze dell’ordine, dunque, è che si tratti dello stesso gruppo criminale, di una coppia di giovanissimi in cerca di soldi facili, che prende di mira piccole e piccolissime attività commerciali, anche in pieno centro cittadino. Guardia alta, dunque, da parte delle forze dell’ordine, in particolare per la giornata di oggi, sabato, quando i guadagni normalmente sono più alti per tutti. A tutela delle attività commerciali, si attendono controlli specifici sul tutto il territorio cittadino e servizi antirapina, così come richiesto a gran voce dagli stessi commercianti.

Nel 2016, diverse attività commerciali hanno pagato un pesante tributo alla malavita, con decine di assalti, il ferimento di un orefice e l’aggressione a un farmacista. Notevoli anche i risultati ottenuti dalle forze dell’ordine, in particolare grazie agli arresti della Polizia della scorsa estate che hanno portato in carcere un gruppo criminale dedito, secondo l’accusa, alle rapine a mano armata nei supermercati. Il braccio di ferro fra rapinatori e forze dell’ordine, tuttavia, non sembra destinato a finire tanto presto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione