Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 21:29

A Bari

Troppe vetrine si spengono
i commercianti all’attacco

Un’assemblea autoconvocata per denunciare la situazione

Troppe vetrine si spengono i commercianti  all’attacco

di DANIELA D’AMBROSIO

BARI - «Quando si spengono definitivamente le insegne e le vetrine di un negozio, diventano bui gli isolati, si oscurano i quartieri e muoiono le città». All’insegna di questo assunto, ben oltre lo slogan, commercianti e consumatori baresi, sostenuti da un nutrito gruppo di politici di tutti gli schieramenti, si sono autoconvocati (e autofinanziati perché le spese della giornata sono state coperte da donazioni spontanee, versate in una scatola all’ingresso) ieri mattina nei saloni dell’hotel Excelsior, nel ricordo dei baresi «il Jolly hotel».

Il problema, anzi il dramma - così come enunciato dagli organizzatori - non è solo del commerciante o del bottegaio che chiude o dei dipendenti che perdono il posto di lavoro: «La chiusura dei negozi in città - hanno ribadito tutti a gran voce - è una vera e propria piaga sociale».

La convocazione è partita dal comitato commercianti e cittadini: «Stop centri commerciali a Bari» e blocco all’insediamento di nuovi centri commerciali, a partire da quello cantierizzato a Santa Caterina. Questo il cavallo di battaglia. Ma si parla anche si drastica riduzione delle aperture domenicali, di consulta del commercio da attivare e far partire immediatamente, di licenze contingentate, di blocco delle aperture di compro-oro e centri scommesse, di vendite on line regolamentate a tutela dei commercianti ma anche e soprattutto dei consumatori rispetto alle truffe, e poi di parcheggi, di riduzione dei grattini, di aree di sosta veloce per agevolare i visitatori durante le compere. Ma anche di locazioni troppo alte, di periodo di saldi inadeguato perché troppo lungo ed eccessivamente anticipato rispetto al termine delle stagioni.

E poi di legalità e sicurezza, una necessità sottolineata in particolare dall’intervento del presidente onorario della Cassazione, Romano De Grazia, che ha partecipato all’incontro, soffermandosi su una legislatura che vieta il voto ai mafiosi ma non vieta loro di attivarsi per procurare i voti stessi.

Inevitabile l’attacco all’amministrazione a cui si chiede di porre freno alla «desertificazione delle attività commerciali che potrebbe portare alla scomparsa dell’intera rete dei negozi già nell’arco dei prossimi 10 anni».

E quindi la richiesta di interventi urgenti sulle tasse e sulle regole di mercato, la distribuzione equa delle risorse sui cinque Municipi cittadini per le manifestazioni a sostegno del commercio e l’opportunità del Pon Metro come sviluppo per l’area metropolitana.

Fra gli interventi che si sono susseguiti un passaggio sulla manifestazione di protesta che ha visto spegnersi le luci in molte attività commerciali di Carrassi ma anche del Murattiano, il 26 gennaio: «Le luci di Salerno attirano le folle - ha detto Nino Armenise, del negozio omonimo - e noi spegniamo le luci? A Natale in via Sparano il Comune ha messo le luci, praticamente lucine da cimitero. Noi possiamo allestire negozi bellissimi, ma se all’esterno c’è il deserto non serve a niente. Qui quello che manca è la gente».

Tantissimi i commercianti presenti, impossibile citarli tutti, e senza distinzione di categorie commerciali o di grandezza o di ubicazione più o meno centrale. Hanno partecipato anche alcuni rappresentanti degli ambulanti: la crisi non fa distinzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Marozzi, dopo l'accordoprimi licenziamenti via sms

Marozzi, dopo l'accordo
primi licenziamenti via sms

 
Bari, mafia della città vecchia21 arresti nel clan Capriati

Mafia, 17 arresti tra i Capriati a Bari:
«Le mani su una società del Porto
e il pizzo per la festa di San Nicola»

 
Bari, D'addario sotto processoper le botte alle Montereale

Bari, D'addario sotto processo
per le botte alle Montereale

 
Bari, mazzetta da 3mila euroPoliclinico: atto vergognoso

Bari, mazzetta da 3mila euro
Policlinico: atto vergognoso

 
Il Papa torna in Pugliain onore di don Tonino

Il Papa torna in Puglia
in onore di don Tonino -Ft

 
Bari, da «ricordini» da 2mila €alle minacce in greco antico:in aula assessore intimidito

Bari, «ricordini» da 2mila €
e minacce in greco antico:
in aula assessore intimidito

 
La truffa delle lenticchiedue denunce ad Altamura

La truffa delle lenticchie
due denunce ad Altamura

 
Bari capitale dell’agricoltura  lungomare chiuso al traffico

Bari capitale dell’agricoltura
lungomare chiuso al traffico

 

MEDIAGALLERY

Bradanica, dopo 50 anniaperti i primi 8 chilometri

Bradanica, dopo 50 anni
aperti i primi 8 chilometri

 
Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Economia TV
Cassa previdenza commercialisti: 1 mld a economia reale

Cassa previdenza commercialisti: 1 mld a economia reale

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Mondo TV
Macron-Merkel: presto visione comune per l'Ue

Macron-Merkel: presto visione comune per l'Ue

 
Italia TV
Italia ultima in Ue per inclusione donne e bimbi

Italia ultima in Ue per inclusione donne e bimbi

 
Spettacolo TV
Richard Gere si e' risposato

Richard Gere si e' risposato

 
Sport TV
Yoga via Skype,"un successo inaspettato"

Yoga via Skype,"un successo inaspettato"

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018