Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 02:25

Festa in piazza

Claudio Baglioni dice no
al Capodanno barese

Trattative naufragate, sarà un evento in tono minore

Claudio Baglioni dice noal Capodanno barese

Claudio Baglioni ha detto no. Sarebbe stato lui l’asso nella manica - e che asso - per la notte di Capodanno barese 2016-2017 in piazza Libertà. L’indiscrezione arriva da ambienti musicali nazionali. Si dice che il nome del cantante, tra i più amati in Italia e da un pubblico eterogeneo e trasversale, sia stato proposto al Comune di Bari.
È inutile dire che a Palazzo di Città, in primis il sindaco Antonio Decaro e l’assessore alle Culture Silvio Maselli, stavano già stappando lo champagne per essere riusciti ad accaparrarsi il grande Claudio facendo cantare a squarcia gola, dal pubblico per strada, i suoi indimenticabili e intramontabili successi. D’altronde, se l’anno scorso, per Gigi D’Alessio, i fan sono arrivati a Bari anche da regioni limitrofe oltre che da tutta la Puglia , per Baglioni probabilmente sarebbero stati necessari degli appositi voli charter.
battuta d’arresto Ma sul più bello della trattativa, l’uomo di «Mille giorni di te e di me» e del «piccolograndeamore» si è reso indisponibile. Pare che abbia motivato la sua scelta dicendo che lui non fa le notti di Capodanno. Ma se il motivo fosse questo, sarebbe un clamoroso falso perché Baglioni a Roma eccome se ne ha fatte di notti del 31 dicembre. Non potrebbe essere piuttosto che, non essendogli stata offerta una serata in diretta su una televisione nazionale, il buon Claudio si sia tirato indietro?
E sì, perché quest’anno , per la notte del 31, Bari non sarà protagonista del piccolo schermo né su Mediaset né su Rai1. In molti ricorderanno, non fosse altro per le polemiche che ne sono seguite per via dell’artista scelto, che il pacchetto all inclusive di Gigi D’Alessio & Friends fu interamente pagato da Canale5, la rete ammiraglia del biscione. Al Comune la serata non costò praticamente nulla ma la pubblicità per Bari non fu indifferente. Mediaset tuttavia è come Paganini, non bissa e ogni anno cambia città per la notte di Capodanno.
basilicata e rai a braccetto Di contro la Rai ha un contratto in esclusiva per tre anni con la Regione Basilicata che sborsa ben 600mila euro per apparire sulla rete ammiraglia della tv di Stato. L’anno scorso il conto alla rovescia aspettando lo scoccare della mezzanotte si svolse a Matera e in molti ricorderanno la figura barbina del countdown sbagliato avvenuto in anticipo rispetto all’ora esatta. Quest’anno, le troupe dello show televisivo «L’anno che verrà» targato Rai si sposteranno nel capoluogo della regione lucana, a Potenza. La diretta avverrà da piazza Mario Pagano, detta anche piazza Prefettura, anche se i potentini doc la chiamano da sempre «piazza polmonite» per via del freddo e del vento che spira da ogni angolo. Quindi, tirando le somme, Mediaset andrà in un’altra città, la Rai è già impegnata, e a Bari la diretta andrà in onda su altri schermi. Le trattative con l’amministrazione comunale sono già in corso.
senza soldi È innegabile che rimarrà deluso chi sperava di vedere brillare ancora una volta Bari, anche solo per una notte, da Aosta a Trapani. Ma da Palazzo di Città fanno sapere che soldi non ce ne sono e che buttarli per una manciata di ore non è neanche il caso visti i tempi che corrono. Morale: questo offre il convento. In ogni caso, chi avesse quell’irrefrenabile voglia di dire « Ciao, mamma» attraverso gli schermi nazionali mentre sulle teste planano le spidercam, può sempre fare un salto in piazza polmonite. Magari portandosi un antipiretico in borsa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione