Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 03:57

bari

Cerca sesso gay
rapinato allo stadio

San Nicola: e se a gestirlonon fosse Fc Bari 1908?

BARI - Lo adescano, lo rapiscono e gli portano via l’auto ma alla fine finiscono in manette. Sono quattro ragazzi, due maschietti di 21 e 33 anni e due femminucce di 20, tutti incensurati, o quasi, che sono arrestati dai carabinieri della Compagnia di Modugno, al comando del capitano Antonio Citarella per i reati di sequestro di persona e rapina.
Il quartetto ha approfittato di quell’andirivieni incessante e caotico che si ripete ogni sera intorno allo stadio San Nicola di persone e automobili che vanno e vengono, al calar del buio. Si sono piazzati lì, all’ombra dell’«astronave» progettata e realizzata da Renzo Piano per i Mondiali di calcio del 1990, nelle aree che al calare della sera spesso diventano un luogo di prostituzione, femminile e maschile.
Il loro obiettivo era mettere in atto un piano criminale studiato con cura che, se fosse andato a segno, avrebbe permesso loro di tornare a casa con un bel bottino: l’automobile del «pollo» che sarebbe caduto nella trappola.

Ecco come sono andate le cose. Sul fare della sera, scatta l’ora x e uno dei due ragazzi della comitiva, il 21enne, ben vestito e profumato si mette a passeggiare intorno allo stadio. La sua fidanzata di 20 anni e i due amici, una ragazza di 20 anni e suo fratello di 33, si tengono in disparte lì dove non possono essere visti. L’esca funziona. C’è un’automobile ferma con un uomo al volante. Non è anziano, anzi, ha 30 anni, forse 35 anni. Il ragazzo si avvicina, gli parla, dice di aver bisogno di soldi, contratta e dopo un po’ sale sull’automobile, una Ford Focus. I due si allontanano e si appartano in un posto scelto dal 21enne. Dal buio saltano fuori i suoi amici. Le due ragazze rimangono sulla loro Mercedes, mentre l’altro maschio della comitiva, pistola in pugno, costringe i due a scendere dalla Ford Focus , a consegnare le chiavi della macchina, i portafogli e i telefonini. Il ventunenne non getta la maschera, continua a recitare la sua parte, consegna anche lui portafogli e cellulare. Il rapinatore sale sulla Focus e si allontana. Raggiunge le due ragazze della banda e insieme recuperano il complice che nel frattempo ha lasciato al suo destino l’uomo che ha adescato, il quale però riesce a chiamare i carabinieri.
Grazie all’allarme satellitare installato sulla Focus i militari della Compagnia di Modugno riescono a rintracciare l’auto a Ceglie del Campo. A bordo, sorpresa delle sorprese, c’è l’adescatore 21 enne. Viene arrestato e stessa sorte avranno poco dopo i suoi tre complici. [l. nat.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione