Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 08:42

La manifestazione a Bari

Avon running, in migliaia
in corsa contro i tumori

Il ricavato sarà devoluto alla Lilt per l'acquisto di un nuovo mammografo

Avon running, in migliaiain corsa contro i tumori

Un serpentone rosa ha invaso la città, colorando le strade del centro e tutto il lungomare. Ieri il diciannovesimo appuntamento con la Avon Running ha visto in corsa migliaia di donne e uomini, in maglietta fucsia, in favore delle iniziative per la lotta ai tumori. Parte dei fondi raccolti dalla vendita delle sacche gara saranno devoluti alla sezione barese della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori per l’acquisto di un nuovo mammografo con tomosintesi, per mammografie tridimensionali, che sarà attivo da gennaio 2017.
La giornata contro il tumore al seno non è stata una semplice corsa ma un insieme di tante esperienze: musica, balli, social sharing, bellezza, e prevenzione grazie al contributo dei medici Lilt che hanno fanno visite senologiche gratuite. Attori, personaggi della Tv e atleti hanno sostenuto l'iniziativa.
Bari ha quindi celebrato l’universo femminile fatto di divertimento, sport e benessere e ha sposato ancora una volta la campagna sociale di Avon contro il tumore al seno. Il sindaco, stavolta in giacca e cravatta invece che in tenuta da corsa, impossibilitato a essere fra i partecipanti come di solito, ha comunque voluto ringraziare gli organizzatori per aver portato ancora una volta la manifestazione in città, dando così a tutti una nuova opportunità per ammirare il suo centro storico e il suo splendido mare.
In campo e in corsa con tanto di maglietta fucsia l’assessore allo Sport e Ambiente, Pietro Petruzzelli, che ha ribadito quanto la città sia sempre più attiva nel mondo del running ad ogni livello e come Avon Running celebri la voglia di stare bene insieme, di fare qualcosa di concreto per la propria salute: dalla pratica sportiva alla corretta alimentazione.
Molto soddisfatto per la riuscita dell’appuntamento anche Francesco Schittuli, presidente nazionale Lilt: «Un gesto d’amore verso sé stessi e verso chi ci ama. Oggi grazie alla prevenzione e alla ricerca è possibile vincere il tumore al seno nell’80% dei casi».
Mariapia Locaputo, presidente della sezione barese della Lilt ha sottolineato l’ importanza di «vivere questa manifestazione correndo insieme, rimanendo unite, perché la solidarietà è il modo migliore per celebrare la bellezza delle donne». Madrina della manifestazione la campionessa italiana Loredana di Grazia: «Nello sport come nella vita la forza di volontà permette di vincere le sfide di ogni giorno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione