Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 00:22

A nord del capoluogo

Telecamere su bagni lido
scoppia la protesta a Palese

Le riprese trasmesse in diretta a casa del proprietario

lido la baia

Una telecamera posizionata davanti alle porte dei bagni e alle docce, e collegata in streaming - dicono i bagnini - con l’abitazione del gestore del lido 'La Baià di Bari-Palese, suscita disagio tra i bagnanti dello stabilimento balneare a nord del capoluogo pugliese. C'è chi lamenta, soprattutto donne e bambini, una violazione della privacy e di sentirsi osservato ogni qual volta entra in bagno o mentre fa la doccia.
Il lido, gestito da decenni dalla famiglia Sblendorio, non è nuovo a episodi spiacevoli: il più eclatante lo scorso anno, durante una giornata di forte maestrale la porta di una cabina volò mentre veniva aperta da un bagnate e colpì una bambina che riportò contusioni al capo. Nel lido, in una zona defilata, ci sono cumuli di rifiuti: tra cui sedie rotte, salvagenti, pezzi di legno e materiale ferroso. Tutto ciò è accatastato nei pressi di una porta piena di ruggine che chiude un vano tecnico da dove talvolta fuoriesce del liquido apparentemente scuro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione