Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 08:16

Tre giorgiani e un barese

Furti in casa, presi in 4
processati e già scarcerati

Catturati a Bari e liberi in 48 ore: avevano depredato alcune case.

arnesi da scasso

Arrestati, processart, condannati e rimessi in libertà: tutto in 48 ore. Protagonisti, quattro topi di appartamento (tre giorgiani e un barese) catturati dalla Polizia a Bari in diverse distinte operazioni. Il primo episodio due notti fa a Poggiofranco, in via Arcidiacono Giovanni. Sono stati arrestati tre georgiani: Zurab Jajanidze1, 32enne, Mamuka Shanidze, 26enne privo del permesso di soggiorno, e Gocha Omiadze, anche lui presente irregolarmente in italia, incensurato di 30 anni.
I poliziotti della Squadra Volante sono intervenuti all’1,20 in un condominio nel quale era stata segnalata la presenza di persone sospette. Al quinto piano, gli agenti hanno sorpreso tre uomini che stavano armeggiando nei pressi di una porta blindata. I tre, quando si sono accorti dell’arrivo dei poliziotti, hanno abbandonato i loro arnesi ed hanno tentato la fuga scappando in direzione del tetto. Dopo un breve inseguimento lungo la rampa delle scale sono stati bloccati e ammanettati. La porta era stata danneggiata e all’interno non era presente nessuno in quanto i proprietari erano fuori città per vacanza. Gli arnesi da scasso sono stati sequestrati.

A Santo Spirito invece i poliziotti, sempre della Squadra volante, sono intervenuti presso un appartamento in Corso Umberto I, dove era stata segnalata la presenza di tre ragazzi, due dei quali giunti a bordo di un motociclo di colore nero, che stavano mettendo a segno un furto all’interno di un’abitazione. All’arrivo degli agenti i tre hanno tentato di darsi alla fuga ma gli agenti sono riusciti a fermare e arrestare Gabriele Spizzico, barese di 22 anni con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, che avvrebbe fatto la funzione di «palo». Il giovane è stato trovato in possesso di una radio ricetrasmittente, con cui avrebbe avvisato i ladri all’interno dell’appartamento, permettendo la loro fuga. Il successivo sopralluogo ha consentito di appurare che i ladri, dopo essere saliti su un balcone, avevano tagliato i cardini di una cancellata posta a protezione di un ingresso ed erano entrati nell’appartamento asportando oggetti e monili per un valore complessivo di circa 5mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini

    20 Agosto 2016 - 11:11

    Ma i Magistrati sono nostri nemici? Non lo sanno che i Georgiani sono superspecializzati proprio nel furto di appartamenti? E rimettendoli in libertà qual è il messaggio che passa? Che in Italia si può fare tutto quello che si vuole.

    Rispondi

  • revisore

    18 Agosto 2016 - 09:09

    Adesso possiamo lasciare le nostre case con tranquillità.Dopo lo "spavento" che si sono presi di certo non andranno più a rubare.Come si dice dalle nostre parti "uno spavento vale per cento".

    Rispondi

Altri articoli dalla sezione