Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 21:35

A Modugno

Rissa tra italiani e pakistani
tre sorvegliati condannati

Rissa tra pregiudicati e pakistani tre pregiudicati condannati

BARI - Una rissa tra un gruppo di cittadini di nazionalità pakistana e alcuni pregiudicati modugnesi a colpi di mazze da baseball ha portato nella tarda serata di ieri a otto arresti. A 24 ore dai fatti, tutti sono stati assolti dalle accuse di rissa aggravata e lesioni, ma i tre pregiudicati sconteranno agli arresti domiciliari una condanna a 16 mesi di reclusione per violazione della sorveglianza speciale. I fatti sono accaduti a Modugno, nel barese, all’esterno di una kebabberia nel centro storico.

La rissa ha coinvolto quattro cittadini pakistani e quattro italiani, tre dei quali con precedenti penali. Stando al racconto fatto dai cittadini pakistani durante il processo per direttissima che si è celebrato stamattina, i pregiudicati di Modugno da settimane entravano nella kebabberia pretendendo di consumare cibo e bevande senza pagare. Ieri, poi, alla richiesta di pagamento da parte dei gestori dell’attività, uno di loro avrebbe spinto il denaro nella bocca del titolare picchiando due suoi connazionali, uno dei quali sarebbe poi anche svenuto in seguito alle percosse. Sarebbero quindi intervenuti in soccorso dei pakistani alcuni connazionali e a questo punto sarebbe scoppiata la rissa tra i due gruppi, armati di mazze da baseball.

I carabinieri sono quindi intervenuti sedando la rissa e arrestando in flagranza le 8 persone oggi processate dinanzi al giudice del Tribunale di Bari Giovanni Zaccaro. Tutti gli arresti sono stati convalidati su richiesta del pm Federico Perrone Capano, ma il giudice non ha applicato alcuna misura cautelare nei confronti dei quattro pakistani e di uno degli italiani, un 46enne incensurato, tutti assolti. Ha invece applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari - con successiva condanna a 1 anno e 4 mesi di reclusione - nei confronti dei pregiudicati Giuseppe Losole di 36 anni, Vincenzo Pellicani di 44 anni e Nicola Pastore di 32 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione