Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 16:41

La difesa

Appalti parcheggi truccati
«Prescritti 9 reati su 23»

La richiesta nel procedimento, attualmente in udienza preliminare, per gli "interrati" di piazza Giulio Cesare e piazza Cesare Battisti

Appalti parcheggi truccati«Prescritti 9 reati su 23»

Nel procedimento, attualmente in udienza preliminare, sui presunti appalti truccati al Comune di Bari per la realizzazione dei parcheggi interrati di piazza Giulio Cesare e piazza Cesare Battisti, sarebbero già prescritti alcuni reati. Ne sono convinti i difensori degli imprenditori imputati Vito Michele, Gerardo e Daniele Giulio De Gennaro, che oggi hanno chiesto al gup di dichiarare la prescrizione di 9 dei 23 episodi contestati: quattro corruzioni, tre falsi e due frodi in pubbliche forniture. Il giudice si pronuncerà sulla richiesta alla prossima udienza dell’8 giugno.
Tra i 27 imputati per i quali i pm Renato Nitti e Roberto Rossi hanno chiesto il rinvio a giudizio, 8 dei quali accusati anche di associazione per delinquere, ci sono imprenditori, professionisti e funzionari del Comune di Bari e della Regione Puglia. Tra questi i costruttori baresi Degennaro, difesi dagli avvocati Domenico Di Terlizzi e Gaetano Castellaneta, i quali oggi in udienza hanno depositato una memoria sulla prescrizione di alcuni dei reati contestati, risalenti agli anni 2006, 2007 e 2008. Secondo la Procura di Bari esisteva un vero e proprio "sistema Degennaro» in grado di pilotare gli appalti. L’indagine nel marzo 2012 portò all’arresto di sette indagati, tra cui i fratelli Daniele e Gerardo Degennaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione