Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 18:54

sentenza a Bari

Non picchiarono dj: assolti
Giudici: inquisire la vittima

Alessandro Ruta e Nicola Tanzi accusati di aver picchiato un 42enne, colpendolo anche con una mazza da baseball, per una partita di droga non pagata

Il Tribunale di Bari ha assolto «per non aver commesso il fatto» i due pregiudicati baresi Alessandro Ruta e Nicola Tanzi, accusati di aver picchiato un dj 42enne, colpendolo anche con una mazza da baseball, per una partita di droga non pagata da un suo conoscente. Contestualmente alla sentenza di assoluzione, il giudice ha trasmesso gli atti alla Procura perché proceda nei confronti della parte offesa per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I fatti risalgono al febbraio 2015.
Stando alle indagini dei Carabinieri, basate anche sulle dichiarazioni della presunta vittima dell’aggressione, all’interno del ritrovo di un gruppo di malviventi, conosciuto nel quartiere San Paolo con il nome di 'Tana delle Tigrì, l'uomo sarebbe stato picchiato perché aveva fatto da garante ad un suo amico, Giorgio Picca, per l’acquisto di 10 grammi di cocaina del valore di 600 euro. Sei persone, nel dicembre scorso, sono state arrestate per questa vicenda con le accuse di tentata estorsione aggravata dall’aver favorito l’attività di un’associazione di tipo mafioso, violenza privata, lesioni personali, detenzione e cessione di sostanza stupefacente.
La Dda di Bari ha chiesto per tutti il giudizio immediato ma quattro di loro (Giorgio Picca, Vincenzo Mastrogiacomo, Tommaso Petrone e Christian Cucumazzo) hanno scelto il rito abbreviato e sono ancora in attesa di essere processati.

Per Ruta, difeso dall’avvocato Roberto Tartaro, e Tanzi, difeso da Piero Nacci Manara, il processo in ordinario si è invece già concluso con l'assoluzione. Per entrambi è stata inoltre disposta l’immediata scarcerazione se non detenuti per altra causa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione