Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 01:26

A Bari

Terrorismo, iracheno a processo
per immigrazione clandestina

Avrebbe fornito documenti falsi e alloggio a extracomunitari. Majid Muhamad è anche indagato a piede libero in un’altra inchiesta sul terrorismo internazionale di matrice islamica

Terrorismo, iracheno a processo  per immigrazione clandestina

BARI - Sarà processato con rito abbreviato dal 15 giugno il 45enne iracheno Majid Muhamad, arrestato il 7 dicembre 2015 per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e indagato a piede libero in un’altra inchiesta sul terrorismo internazionale di matrice islamica. La Procura aveva chiesto il giudizio immediato, ma la difesa di Muhamad ha avanzato richiesta di abbreviato. Il processo sarà celebrato davanti al gup Francesco Pellecchia.

Il pm Roberto Rossi contesta al 45enne di aver fornito documenti falsi e alloggio a decine di cittadini provenienti da Pakistan, Egitto, Iran, Marocco e Turchia. Dalle intercettazioni sarebbero emersi sospetti contatti con vecchie conoscenze, soprattutto connazionali, di quando Muhamad viveva a Parma, prima che fosse processato e condannato per terrorismo dal Tribunale di Milano (ha già scontato una pena a 10 anni). L'ipotesi accusatoria è che quel gruppo si stesse riorganizzato dopo le scarcerazioni, per tornare a favorire l’ingresso in Europa di foreign fighter.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione