Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 03:09

Aniem Puglia
nuovi vertici e corso

Il neoletto presidente è l’architetto Raffaele Giampetruzzi (barese classe ’74), nominato all’unanimità dall’assemblea dei soci

Raffaele Giampetruzzi

Raffaele Giampetruzzi

BARI - In un momento in cui in ogni settore è più urgente che mai una prospettiva ed una visione dinamica dello sviluppo, l’Aniem Puglia (associazione nazionale Imprese Edili Manifatturiere) interpreta perfettamente questa esigenza con il rinnovo dei vertici regionali.

Un nuovo direttivo tutto improntato ad un ricambio generazionale e una nuova direzione di marcia per intercettare al meglio le opportunità professionali ed occupazionali di una regione come la Puglia che vuole essere in prima linea nella ripresa del Paese. E’ questo il senso del nuovo consiglio direttivo dell’Aniem Puglia che a partire da oggi sarà presieduto dall’architetto Raffaele Giampetruzzi (barese classe ’74), nominato all’unanimità dall’assemblea dei soci. Accanto a lui nel nuovo organigramma del braccio pugliese dell’Associazione Nazionale Imprese Edili Manifatturiere ci sono anche: ing. Fabrizio Palmiotti – vicepresidente, tesoriere, consigliere; avv. Riccardo Figliolia – segretario regionale, consigliere; arch. Nicola Luciano Di Liddo – consigliere; Serafina Lanave – consigliere.

“La priorità in questo momento è quella di continuare a sostenere una voce unitaria del mondo delle costruzioni, forte ed autorevole – ha ribadito il neo presidente dopo la nomina – coniugando le prerogative di ciascuna realtà provinciale in terra di Puglia. Il lavoro, a mio parere – ha continuato Giampetruzzi – è il tema più urgente sul quale siamo chiamati a confrontarci con le istituzioni nonché con il mondo della formazione e non ultimo con l’Università che non può non essere considerata la fucina degli imprenditori di domani. Il confronto sarà continuo e aperto, ma su una cosa voglio essere chiaro da subito: noi lavoreremo per dare risposte concrete e tangibili perché questo è l’unico modo di lavorare che conosciamo e non volgiamo cambiarlo. Sono certo che oggi – ha concluso – l’edilizia in Puglia sia tra i principali comparti industriali, con numerose possibilità da cogliere, a cominciare dalla difesa e sicurezza del territorio passando per la rigenerazione urbana, settori questi al centro delle politiche di intervento regionale e nazionale. E noi come Aniem queste opportunità non ce le faremo sfuggire”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione